Giornate Fitopatologiche 1996

S. Cristiana di Numana (AN) - 22-24 aprile 1996

Contenimento del rio crodo con interventi meccanici

Capitolo “Malerbe ” - volume primo - pag. 413-420

Autori: G. Airoldi, P. Balsari, A. Ferrero, A. Finassi

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Accedi con Google

In caso di utilizzo del social login, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

La ricerca e' stata articolata in una prima prova, svolta nel 1993-1994, mirata alla valutazione dell'efficacia dei mezzi meccanici nel controllo del riso erodo emerso prima della semina della colturae in una seconda sperimentazione (1995) finalizzata a determinare l'influenza delle tecniche di preparazione del letto di semina sull'emergenza di tale infestante. Nella prima esperienza sono state poste a confronto con i tradizionali sistemi di lotta chimici, effettuati su terreno preparato per la semina e dopo emergenza dell'infestante, tecniche basate sull'erpicatura e sull'aratura superficiale. Nella seconda prova sono stati messi a confronto con l'aratura tradizionale sistemi di ridotta o nulla lavorazione del terreno - erpicatura con erpice a dischi; erpicatura con erpice rotativo; non lavorazione. L'impiego di mezzi di lotta meccanici ha fatto registrare nel 1993 un controllo della malerba mediamente pari al 70% di quello raggiunto dal prodotto chimico e una conseguente riduzione del 30% della produzione della coltura. Nel 1994, invece, tale tecnica ha raggiunto risultati non statisticamente differenti rispetto al trattamento chimico. Nei due anni di sperimentazione gli interventi meccanici hanno permesso una riduzione della consistenza della banca semi di riso erodo nei primi 20 cm di terreno non statisticamente differente rispetto al trattamento chimico. I costi economici ed energetici sono risultati rispettivamente prossimi al 50% e al 30% di quelli relativi all'impiego del diserbante. La seconda esperienza ha messo in evidenza come l'emergenza delle plantale del riso erodo si avvantaggi di un ridotto smuovimento degli strati superficiali del terreno e, quindi, di un posizionamento il pià¹' possibile superficiale dei semi dell'infestante. La maggiore infestazione iniziale (prossima a 200 piante/m ) e' stata raggiunta sul terreno non lavorato, l'impiego di erpici - sia rotativo che ha dischi - ha determinato una riduzione del 50% dell'emergenza delle infestanti mentre l'aratura tradizionale ha ridotto l'infestazione iniziale a poco pià¹' di 30 piante/m.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.