Giornate Fitopatologiche 2000

Perugia 16-20 aprile 2000

Il periodo critico per il controllo della flora infestante nella coltura del fagiolo "˜Borlotto' (Phaseolus Vulgaris L.)

Capitolo “Piante infestanti” - volume secondo - pag. 503-510

Autori: T. Bove, V. Miccolis

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Si riportano i risultati di 2 anni di ricerche con l'obiettivo di individuare il periodo critico della coltura del fagiolo "˜borlotto' nei confronti della flora infestante. Lo studio ha preso in esam la valutazione del periodo di durata della competizione tollerata (DCT) e del periodo richiesto di assenza dalle malerbe (PRAM). I risultati ottenuti hanno permesso di stabilire che il periodo critico per questa orticola, nelle condizioni pedoclimatiche in cui è stata effettuata la ricerca, è compreso tra il 12° ed il 28° giorno dopo l'emergenza nella prima prova e tra il 7° ed il 14° giorno nella seconda.
Parole chiave: periodo critico, competizione, malerbe, Phaseolus vulgaris L., fagiolo "borlotto".

Note

Lavoro svolto con il contributo Murst 60%

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.