Giornate Fitopatologiche 2006

Riccione (RN) - 27-29 marzo 2006

Collis®: fungicida a base di kresoxim-methyl e boscalid per il contenimento dell'oidio della vite e delle cucurbitacee

Capitolo “Funghi, batteri, fitoplasmi, virus.” - volume secondo - pag. 41-46

Autori: M. Capriotti, A. Del Vecchio, A. Fagnani, E. Gentili , A. Marchi, C. Romagnoli

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Collis è un fungicida costituito da una miscela pronta di kresoxim-methyl e boscalid, formulato in Sospensione Concentrata. Tale miscela oltrechè mostrare un'elevata efficacia antioidica risulta d per sà© una valida strategia anti-resistenza dato che i due principi attivi agiscono su siti differenti del metabolismo respiratorio dei funghi. Il prodotto mostra eccellenti proprietà  preventive. In numerose prove sperimentali eseguite in Italia su vite da vino e vite da tavola e su cucurbitacee in prove effettuate in Italia e Spagna, il prodotto ha dimostrato di possedere un'eccellente efficacia nei confronti degli agenti del mal bianco di queste colture. Parole chiave: Collis, kresoxim-methyl, boscalid, vite, cucurbitacee, oidio

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.