Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini
2018
26

Vigna & Olivo 2018: le novità per il vigneto

A Barletta si è parlato di cambiamento climatico, dei parassiti che necessitano di monitoraggio in viticoltura e sono state presentate le nuove proposte per la fertilizzazione e per la difesa della vite

relatori-vigna-olivo-2018-barletta-fonte-arptra.jpg

I relatori dell'incontro sulla vite a Barletta

Oltre 200 presenze tra tecnici-professionisti, imprenditori e addetti ai lavori del comparto vitivinicolo al primo incontro di Vigna & Olivo 2018, il doppio appuntamento che ha come scopo quello di comunicare le novità in materia di tecnica di campo, strumenti, servizi, innovazione e normativa relativi ai due comparti interessati, in un'ottica sempre più sostenibile.

L'evento dedicato alla vite si è tenuto a Barletta lo scorso 15 febbraio ed è stato organizzato dall'Associazione Vento di Maestrale con il patrocinio dell'Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali della provincia di Bari, del Collegio dei periti agrari e dei periti agrari laureati di Barletta-Andria-Trani e dell'Associazione regionale pugliese tecnici e ricercatori in agricoltura. Altri sponsor e patrocini: BayerCantine BarduliaCantina sociale BarlettaCantina Coop. ColdirettiIstituto agrario Iiss “Pavoncelli” di Cerignola.

Il cambiamento climatico, la gestione ottimale del vigneto, i parassiti che necessitano di maggiore valutazione nelle attività di monitoraggio in viticoltura, le nuove proposte per la fertilizzazione del vigneto e le novità e strategie per la difesa della vite, sono state al centro dell'incontro coordinato da Gianluca Chieppa del Consiglio dell'Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali della provincia di Bari e aperto con i saluti di Gerardo Tedesco presidente dell'Associazione “Vento di Maestrale”, Giacomo Carreras presidente dell'Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali della provincia di Bari, Vittorio Filì presidente Arptra e Antonio Memeo presidente del Collegio dei periti agrari Bat.

Di seguito gli interventi che si sono susseguiti:
clicca sul titolo per scaricare le relazioni disponibili

1. Cambiamento climatico e gestione ottimale del vigneto
Vitantonio Laricchia – Esperto meteorologo-climatologo
Luigi Tarricone – Ricercatore Crea – Centro ricerca viticoltura ed enologia
 
 2. Parassiti che necessitano di maggiore valutazione nelle attività di monitoraggio in viticoltura
Antonio Guario – Agronomo fitoiatra

I relatori Laricchia, Tarricone e Guario
Nella foto i relatori Laricchia, Tarricone e Guario

3. Le nuove proposte per la fertilizzazione del vigneto

Folicist per l’allegagione uva da tavola
Mario Losito - Biolchim
 
K&A Decide: obiettivo pezzatura e qualità in viticoltura
Francesco Lozito – K&A

 
4. La difesa della vite: novità e strategie

Linea difesa vite Adama 2018
Francesco Billero - Adama 
 
Sercadis: nuovo antioidico per la difesa della vite e delle drupacee
Giuseppe Rosa – BASF
 
Beloukha e Chikara Duo: soluzioni innovative per il diserbo della vite
Marisa Rotolo – Belchim Crop Protection
 
Zorvec: la nuova soluzione tecnica per le peronospore
Gianpaolo Destefani – Dow AgroSciences - DuPont
 
“Le soluzioni FMC per il controllo dei lepidotteri nel vigneto”
Vincenzo Losacco – FMC
 
“Linea Vite Gowan tra innovazione e sostenibilità”
Luigi Evangelista – Gowan

“Lieto SC e 3logy: soluzioni efficaci per la difesa della vite”
Domenico Bitonte - Sipcam Italia
 
Optix® 80 Disperss® per una difesa modulata della peronospora della vite
Andrea Bergamaschi – Upl

Il prossimo appuntamento, dedicato al comparto olivicolo, è in programma il 15 marzo 2018 ad Andria all'Hotel “L’Ottagono”.

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.