Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini
2018
6

Confusione sessuale, il controllo nei vigneti della Maremma

Marco Zito è il vincitore dell'AgroInnovation award con la tesi "Valutazione di nuovi formulati feromonici per il controllo di lepidotteri ed emitteri in vigneti della Maremma"

marco-zito-vincitore-agroinnovation-award-difesa-integrata-prima-edizione-2018-fonte-marco-zito1.jpeg

Il vincitore della categoria 'difesa integrata'

Fonte immagine: © Marco Zito

Ad oggi il mercato dà sempre più importanza alla sostenibilità della filiera agroalimentare, dalla materia prima al prodotto finito.
In viticoltura, questi cambiamenti hanno portato all'adozione di metodi di controllo delle avversità sempre più rispettosi dell'ambiente, della salute degli operatori e del consumatore.
Tra questi, il metodo della confusione sessuale ha assunto negli ultimi anni un ruolo di primo piano, con quasi 40mila ettari trattati in Italia per il controllo della tignoletta (Lobesia botrana) e, in particolare al nord, della tignola (Eupoecilia ambiguella).
 
Larva di lobelia botrana su acino
Larva di Lobesia botrana su acino
(fonte foto: © A. Lucchi)

 
Come è noto, rilasciando nel campo coltivato un analogo sintetico del feromone della femmina di un insetto target, mira ad impedire o ritardare l'incontro tra i sessi, riducendo così la deposizione di uova fertili e, di conseguenza, il numero di individui della generazione successiva.
Questa strategia di controllo è utilizzata contro i principali lepidotteri dannosi su colture arboree, orticole e di pieno campo trovando, di recente, un utilizzo anche contro insetti appartenenti ad altri ordini, come nel caso della cocciniglia farinosa della vite, il Planococcus ficus.
 
Femmine adulte di Planococcus ficus  (A. Lucchi)
Femmine adulte di Planococcus ficus 
(fonte foto: © A. Lucchi)

Le aziende produttrici di erogatori per la confusione sessuale sono impegnati nella realizzazione di dispenser che raccolgano le esigenze dei produttori in termini di maneggevolezza e minor costo, a parità di efficacia.

In questo contesto si inserisce l'attività di ricerca, oggetto della mia tesi, condotta nel 2017 nell'azienda "Le Mortelle" in località Ampio (Gr), di proprietà del gruppo "Marchesi Antinori".
L'obiettivo era di testare l'efficacia di due tipologie di erogatori per confusione sessuale, entrambi prodotti dalla società giapponese Shin-Etsu Chemical.

Il primo, Isonet LPFX246: erogatore a doppio tubicino contenente sia il feromone per il controllo di L. botrana che di P. ficus, testato a diversi dosaggi per poter eventualmente evidenziare differenze di efficacia nel controllo di entrambi gli insetti.
 
Erogatore Shin-Etsu Chemical Isonet LPFX246
Erogatore Shin-Etsu Chemical Isonet LPFX246 (A. Iodice)

Il secondo erogatore Isonet L Mister MX841: è una centralina elettro-meccanica ad aerosol per il controllo della sola tignoletta. Anche in questo caso l'erogatore è stato testato a diversi dosaggi in vigneti diversi.
Come riferimenti sono state scelte due parcelle: una come testimone non trattato e l'altra parcella come standard, con utilizzo del prodotto in commercio Isonet LTT a 250 erogatori per ettaro.
Durante l'intera stagione produttiva sono stati effettuati campionamenti ad hoc per verificare l'infestazione sui grappoli dovuta ai due insetti sotto studio.

Nelle nostre condizioni di campo, caratterizzate da temperature elevate e ridotta piovosità, tutte le prove svolte con utilizzo dell'erogatore LPFX246 hanno mostrato una buona efficacia nel controllo di L. botrana.
Non sono state evidenziate differenze significative tra i diversi dosaggi.
Anche nel controllo di P. ficus, l'erogatore, ha assicurato un'ottima performance. Un lieve effetto dose potrebbe essere rilevato, in condizioni di maggiore infestazione, tra i dosaggi più bassi. Ad ogni modo l'infestazione è stata mantenuta sotto la soglia di intervento a tutti i dosaggi.

Per quanto riguarda le prove relative all'utilizzo delle centraline Isonet L MisterMX841 esse hanno fornito risultati interessanti ma, trattandosi del primo anno di sperimentazione, questi andranno ripetuti e validati negli anni a venire. Eccezione fatta per il dosaggio più basso, le altre parcelle hanno permesso di mantenere la popolazione di tignoletta sotto controllo nelle tre generazioni.
 
Centralina ad aerosol Isonet L MisterMX841
Centralina elettromeccanizata ad aerosol Isonet L  MisterMX841 della Shin-Etsu Chemical
(fonte foto: © A. Iodice)

 
E' importante sottolineare che dei circa 38 ettari di vigneto inclusi nella sperimentazione solamente due sono stati trattati anche con insetticidi.

L'eventuale futuro utilizzo di erogatori a spettro di azione più ampio o di centraline elettromeccaniche ad aerosol comporterebbe un generale abbattimento dei costi e dei tempi di applicazione dei dispensers, fondamentale per aziende di grandi e piccole dimensioni, rendendone più accessibile l'impiego.

Scarica la tesi completa
Per eventuali contatti: marcozitogennaro@libero.it

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.