2019
29

Moniliosi del pesco, visita tecnica e convegno

Nell'ambito del progetto "ZeroSprechi" due appuntamenti il 1° agosto in provincia di Ascoli Piceno

moniliosi-pesco-fonte-universita-politecnica-marche-20190801-667x500.jpg

La visita tecnica inizierà alle 14.30 all'Azienda Mazzoni di Montedinove (Ap)

La moniliosi del pesco sarà protagonista di due eventi in programma il 1° agosto 2019, a partire dalle 14.30: si terranno infatti una visita tecnica e un convegno nell'ambito del progetto Psr "Prevenzione delle malattie postraccolta delle drupacee per la riduzione degli sprechi di ortofrutticoli freschi (ZeroSprechi)" promosso dalla regione Marche nell'ambito della Misura sull'innovazione (16.1 fase 2).

La giornata avrà inizio alle 14.30 a Montedinove (Ap) all'Azienda Mazzoni, capofila del progetto ZeroSprechi, dove verrà svolta una visita ai pescheti nei quali sono state applicate strategie di gestione della moniliosi per l'agricoltura integrata e per quella biologica.
Si passerà poi all'Azienda Acciarri, nella quale si visionerà il funzionamento di una irroratrice a parzializzazione del getto, per poi ritrovarsi, alle 17.30, all'Azienda dell'Assam di Carassai (Ap) per il convegno di presentazione del progetto.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.zerosprechi.info, seguire l'account twitter @rzerosprechi o rivolgersi a Gianni Malavolta - tel 0734 658959 - e–mail info@zerosprechi.info

Scarica il programma della visita tecnica del progetto ZeroSprechi

Scarica il programma del convegno nell'ambito del progetto Zerosprechi

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.