2021
30

Pergado®: l'arte della prevenzione

La linea di antiperonosporici targati Syngenta propone soluzioni fra loro tecnicamente complementari e collegate, al fine di assicurare la massima protezione ai vigneti fin dall'inizio dei programmi di difesa

syngenta-pergado-ampexio-vite1.jpg

La linea Pergado® di Syngenta

I ritorni di freddo della prima metà d'aprile hanno causato danni in diversi vigneti italiani, dopo un inizio primavera mite e asciutto. Se però si può fare poco contro gli stress dovuti al meteo avverso, del tutto diverso appare il discorso per le avversità fitopatologiche che affliggono la vite. In primis la peronospora.

In tal caso, il meteo è solo un fattore predisponente, poiché è il patogeno il vero target da colpire, possibilmente dal primo momento in cui riprende a diffondere nei vigneti. La prevenzione resta infatti l'approccio più saggio da seguire, tenendo sempre a bada la pressione del patogeno senza che questo possa mai dilagare nel pieno delle sue potenzialità. Meglio quindi approfittare dei primissimi momenti utili per effettuare specifici trattamenti, in modo che anche in caso di successivi rovesci metereologici la situazione non possa più sfuggire di mano trasformando la difesa in una sorta di gara all'inseguimento, condizione questa di solito perdente.

In tal senso, Syngenta ha strutturato una linea di antiperonosporici specifici, atti a coprire le diverse fasi colturali con sostanze attive a differente modo d'azione e comportamento, assicurando il massimo della protezione sia alle foglie, sia ai grappoli. Il marchio Pergado®, non a caso, è ormai da tempo consolidato riferimento nei vigneti grazie all'ampio ventaglio di proposte tecniche, a partire da Pergado® SC, contenente mandipropamid in ragione di 250 grammi per litro. Ideale quindi per comporre una molteplicità di miscele in funzione delle necessità di campo e degli orientamenti aziendali prevalenti.

Mandipropamid è però il pilastro di altri formulati della Casa di Basilea, come per esempio Pergado® D e Pergado® F, in cui all'attività translaminare di mandipropamid si unisce quella di copertura con sostanze attive che agiscono efficacemente per contatto come ditianon e folpet. Entrambe offrono un'ottima resistenza al dilavamento e quindi un eccellente controllo della peronospora, sfruttando appieno il proprio modo d'azione multisito. Ciò permette quindi di scongiurare anche eventuali fenomeni di resistenza. Tale duplice attitudine dei due formulati ne consiglia l'uso soprattutto nelle primissime fasi dei programmi di difesa, proprio quando è la prevenzione a spianare la strada a un prosieguo di stagione favorevole ai viticoltori anziché al patogeno.

In seguito, sarà poi Ampexio® a raccogliere il testimone, aggiungendo all'azione di mandipropamid anche quella di zoxamide, sostanza attiva a differente modo d'azione che assicura un elevato grado di protezione soprattutto dei grappoli in fase di formazione, anche grazie a una sua spiccata resistenza al dilavamento.

L'uso in alternanza dei diversi prodotti della gamma antiperonosporica Syngenta consente quindi di portare la vite nelle migliori condizioni di salute, massimizzandone in tal modo i potenziali produttivi e la qualità delle uve.

Scarica la linea di protezione della vite

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.