2022
16

Autorizzazioni eccezionali di prodotti fitosanitari: 10 emergenze avallate nell'ultima sessione

Tra le soluzioni suggerite sono presenti due sostanze non ancora approvate nella Ue

castagno-castanicoltura-by-unikat-adobe-stock-750x500.jpeg

Più protezione per il castagno

Fonte immagine: © unikat - Adobe Stock

Il Ministero della Salute ha inaugurato un nuovo formato per comunicare le decisioni del Servizio Fitosanitario Nazionale in materia di emergenze fitosanitarie e per la prima volta sono anche riportate le motivazioni dell'unico rifiuto di questa sessione. Probabilmente questo nuovo formato è stato adottato in concomitanza dell'adozione della nuova procedura che prevede che i portatori di interesse forniscano solide giustificazioni alle loro richieste di autorizzazione per emergenza fitosanitaria.

 

Vediamo l'esito della riunione.


Nuove autorizzazioni ed estensioni di impiego di formulati autorizzati

Trichoderma no grazie

Il Servizio Fitosanitario Nazionale ha fornito parere non favorevole alla richiesta dell'uso di emergenza dei fungicidi microbiologici Trichoderma gamsii e Trichoderma asperellum (assieme in un formulato molto diffuso nel settore) per il controllo della muffa grigia della vite da vino.

Alla base del diniego la disponibilità di diverse soluzioni ammesse in agricoltura biologica, sia microrganismi (Pythium oligandrum, Aureobasidium pullulans, Bacillus amyloliquiefaciens, Bacillus subtilis, Trichoderma atroviride, Metschinikowa fructicola, Saccaromyces cerevsiae) che sostanze di origine naturale (cerevisane, eugeniolo+geraniolo+timolo, bicarbonato di potassio). In passato ci risultano dinieghi per la stessa motivazione, ma questa è la prima volta che viene esposta in maniera chiara e completa.

 

Feromoni del castagno

Nessun problema invece per l'uso di emergenza dei feromoni (E,E)-8,10-Dodecadien-1-ol e (E,E)-8,10-Dodecadien-1-yl acetate, che tuttavia risulta essere stato revocato a livello Ue nel 2007 per mancanza di supporto da parte dei notificanti. 

 

Spinetoram contro i tripidi

Via libera all'uso di emergenza di spinetoram contro i tripidi dell'arancio. Il gemello sintetico dello spinosad è stato tuttavia abbandonato dai notificanti che hanno deciso di non supportarne il rinnovo dell'approvazione Ue che scadrà nel 2024 (vedi Bollettino di guerra del 17 febbraio scorso).

 

Virus contro la Tuta absoluta del pomodoro

In attesa dell'approvazione Ue, si è dato il via all'uso di emergenza del Phthorimaea operculella granulovirus (PhopGV), per il quale è stata presentata domanda a luglio del 2019, attualmente in corso di valutazione.

 

Chlorantraniliprole su tappeti erbosi

Nessun problema per l'uso di emergenza del celebre insetticida rianodinico su "tappeti erbosi ornamentali, ricreativi e sportivi, inclusi campi da golf" contro larve di coleotteri (inclusi Popillia japonica e maggiolini) e larve di tipula.

 

Abamectina contro gli acari della soia

L'attesissimo uso di emergenza dell'abamectina contro gli acari della soia non ha deluso le aspettative: il Servizio Fitosanitario Nazionale ha avallato la richiesta del portatore di interesse per l'impiego del prodotto dal 15 giugno al 15 settembre.

 

Acetamiprid contro tutto

Sempre protagonista nelle emergenze, il celebre neonicotinoide è stato proposto e avallato per l'uso di emergenza su cimice asiatica, afidi e carpocapsa del noce, cimicetta e afidi del mandorlo e altica dei cavoli a testa.

 

Lambda-cialotrina sui cachi

Conclude la carrellata degli usi di emergenza approvati dal Servizio Fitosanitario Nazionale il controllo della mosca della frutta su cachi da parte del piretroide lambda-cialotrina.

 

Consueto avviso per i lettori

Affinché queste soluzioni di emergenza possano essere utilizzate in campo si dovrà aspettare la pubblicazione di un decreto del Ministero della Salute che le autorizza per un periodo di 120 giorni, come previsto dall'articolo 53 del citato regolamento 1107/2009.

 

Ricordiamo che il confronto delle soluzioni disponibili per la risoluzione delle emergenze fitosanitarie deve in primis tenere conto dell'eventuale disponibilità di prodotti autorizzati e della percorribilità di alternative non chimiche.

 

Non sempre la segnalazione di un'emergenza porta automaticamente all'autorizzazione: le aziende produttrici devono infatti presentare domanda di autorizzazione per emergenza fitosanitaria, corredata dai dati sperimentali per dimostrare l'efficacia e la sicurezza del prodotto per l'uomo e l'ambiente.


Approfondimenti per studiosi, addetti ai lavori o semplicemente curiosi

  • Portale del Ministero della Salute sulle autorizzazioni in deroga per emergenza fitosanitaria
  • Portale "Trovanorme"
  • Database UE delle autorizzazioni di emergenza
  • Regolamento (CE) N. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009 relativo all'immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che abroga le direttive del Consiglio 79/117/CEE e 91/414/CEE
  • Decisione della Commissione del 21 giugno 2007 concernente la non iscrizione di alcune sostanze attive nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio e la revoca delle autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti dette sostanze

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2022)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.