2021
4

Linea olivo, protezione sicura con la polvere di roccia

Da BIOGARD® trappole e trattamenti con caolino naturale, Naturalis e Rapax AS per una strategia completa ed efficace per la difesa dell'olivo

ecotrap-polvere-di-roccia-olivo-cropletter-ottobre-2021-fonte-cbc-biogard.png

BIOGARD® propone soluzioni biologiche che possono essere ben inserite anche in strategie di difesa integrata

Il problema comune a tutti gli areali di produzione dell'olivo è quello della mosca dell'olivo (Bactrocera oleae). Il primo passo per attuare un razionale piano di difesa è l'impiego delle trappole, sia per il monitoraggio (BacTrap) che per una vera e propria difesa secondo la tecnica dell'attract & kill (Eco-Trap).

Eco-Trap è una trappola a basso impatto ambientale costituita da un sacchetto in polietilene, contenente l'attrattivo alimentare, rivestito da una carta speciale trattata con un piretroide: la deltametrina. Viene poi fornito anche un dispenser contenente il feromone. Una volta attivata, gli adulti della mosca vengono attirati sulla superficie della trappola e muoiono rapidamente. L'uso delle Eco-Trap è autorizzato in agricoltura biologica.

La strategia comprende poi anche trattamenti fogliari con l'impiego specifico del prodotto Polvere di Roccia BIOGARD®, un formulato a base di caolino naturale che forma sulla vegetazione un sottile strato di colore bianco, che riflette i raggi solari e svolge un'azione fisica nei confronti degli insetti nocivi, che così faticano ad individuare la coltura. Il prodotto si integra perfettamente con l'impiego di altri mezzi di difesa.

Anche Naturalis, insetticida/acaricida a base di Beauveria bassiana (ceppo ATCC 74040) si può inserire nella strategia di difesa contro la mosca dell'olivo. Infatti, grazie all'azione deterrente sulla ovideposizione, trova un'ottimale collocazione in caso di pressione elevata del fitofago o in oliveti di piccole dimensioni e in genere trova la giusta collocazione durante le fasi finali del ciclo in settembre-ottobre.

L'olivo può essere attaccato anche da lepidotteri come la tignola dell'olivo, Prays oleae, e in questo caso un ruolo di primo piano per la difesa è giocato da Rapax AS, insetticida microbiologico a base di Bacillus thuringiensis subsp kurstaki (Btk) ceppo EG 2348. Il primo intervento con Rapax AS va effettuato in fase di schiusura uova con un secondo intervento distanziato di circa 7-10 giorni. Se poi il volo del fitofago è prolungato e ci si aspetta una schiusura scalare delle uova è consigliabile eseguire un terzo trattamento dopo ulteriori 7-10 giorni.

Di fronte alla molteplicità dei problemi dell'olivo, BIOGARD® propone soluzioni biologiche che possono essere ben inserite anche in strategie di difesa integrata.

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.