Giornate Fitopatologiche 1978

Catania - Acireale 8-10 marzo 1978

Influenza di alcuni erbicidi sull'attecchimento dei carducci di carciofo. (2)

Capitolo “Erbicidi” - volume terzo - pag. 39-46

Autori: V.V. Bianco, V. Magnifico

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

E' stato studiato l'effetto di 20 principi attivi diserbanti applicati da soli o in miscela tra loro per un totale di 35 trattamenti, sul radicamento dei carducci di carciofo della cv. Locale di Mola.I risultati della ricerca mettono in evidenza che tranne il napropamid e diphenamid, tutti gli altri prodotti possono essere utilizzati nel diserbo pre o post-trapianto dei carducci di carciofo.
La quantità  di infestanti è stata ridotta con l'uso di propyzamide, propyzamide + simazina, trifluralin + metobromurone e simazina + prometryn.

Note

(1)Rispettivamente professore straordinario di Orticoltura e ricercatore presso il centro di Studio sull'Orticoltura industriale del C.N.R. di Bari.
(2) ricerca effettuata con il contributo dell società  Italiana per il Cynar

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.