Giornate Fitopatologiche 1990

Pisa 23-27 aprile 1990

Coltura dei tessuti di protoplasti in virologia vegetale

Capitolo “Sessione \"Virologica Vegetale\"” - volume terzo - pag. 25-102

Autori: F. Faoro, F. Marani

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Accedi con Google

In caso di utilizzo del social login, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Viene fatto il punto sullo stato attuale delle conoscenze nell'utilizzo delle tecniche di coltura di tessuti e di protoplasti in virologia vegetale. In particolare, per quanto riguarda la coltura di tssuti sono riportati i metodi di risanamento mediante coltura di apici meristematici associata anche a termoterapia e chemioterapia e le problematiche connesse con il controllo sanitario, la reinfezione e la conservazione delle caratteristiche varietali ed agronomiche delle piante risanate.
Nel caso dei protoplasti è illustrato il loro contributo nello studio delle strategie della replicazione virale e degli eventi cellulari connessi, nonchà© nelle indagini sulle interazioni tra virus e ceppi di virus e su alcuni meccanismi di resistenza. Viene infine discusso il possibile ruolo del sistema virus-protoplasti nella modificazione del genoma dell'ospite per la costituzione di piante transgeniche.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.