Giornate Fitopatologiche 1994

Montevisiano Lido (PE) 9-12 maggio 1994

Lotta biologica contro i Curculionidi di danae racemosa coltivata nella riviera dei fiori

Capitolo “Fitofagi e fitomizi” - volume secondo - pag. 167-172

Autori: M. Costanzi, F. D'Aquila, C. Pasini, S. Pini

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

In una coltura di D. racemosa (sin. Ruscus racemosus) in pieno campo è stata condotta una prova di lotta contro larve, pupe e giovani adulti non emersi di Otiorrhynchus sulcatus e Neoplinthus tigratu. Sono stati effettuati 2 trattamenti per bagnatura del terreno (5 ottobre 1991 e 7 maggio 1992) impiegando in sospensione nematodi entomoparassiti del genere Heterorhabditis (Bionem H1), funghi entomopatogeni (Beauveria bassiana e Metarhizium anisopliae) e clorpirifos etile, come insetticida di riferimento. I nematodi entomoparassiti, alla dose pi๠alta, pari a 3 milioni/m2, sono risultati il mezzo pi๠efficace, tanto da ridurre l'infestazione naturale dell'89,5% rispetto al testimone non trattato.

Note

Lavoro eseguito con finanziamento della regione Liguria: progetto regionale di lotta guidata, biologica ed integrata in agricoltura

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.