Oidio delle Graminacee Erysiphe (=Blumeria) graminis

Classificazione: Funghi > Oidio

 E. graminis è presente in natura con varie razze fisiologiche e patogenetiche.

Biologia

 La conservazione invernale della crittogama avviene grazie al micelio vitale sulle foglie colpite in autunno oppure attraverso i miceli presenti nei residui vegetativi. l'infezione può quindi avere origine sua dalle ascospore che dai conidi generati in primavera in quantità abbondante sulla superficie miceliale. I conidi, per mezzo del vento, giungono a contatto con i tessuti vegetali germinano emettendo un premicelio e differenziando gli austori che rivestono il ruolo di organi di adesione e nutrizione. La malattia ha un'incubazione di 5-10 giorni. La infezioni si possono avere con temperature fra i 3 e i 30°C e umidità relativa alta. L'optimum è costituito da temperatura di 15-20°C  e umidità relativa superiore al 90%. Semine precoci, densità di semina elevata, concimazioni azotate eccessive e alternanza di periodi secchi e caldo-umidi rappresentano fattori predisponenti la malattia.

Danni causati

 La presenza della malattia si manifesta su tutte parti aeree della pianta ( culmo, spiga, glume, glumelle e foglie) in forma di soffice muffa aerea, di colore bianca-grigiastra. All'interno di questo feltro miceliale si possono spesso individuare corpiccioli rotondeggianti (cleistoteci) di colore bruno-nerastro, del diametro di circa 135-250 micron. Con il progredire dell'infezione i tessuti decolorano e successivamente seccano, con l'intera pianta che rallenta il proprio sviluppo vegetativo. I primi sintomi possono manifestarsi in autunno a carico delle foglie delle giovani piante. Gli attacchi più gravi avvengono in primavera, in concomitanza delle fasi fenologiche di levata e spigatura.

Interventi agronomici

 Adottare varietà poco suscettibili, con adeguata densità di semina. Evitare apporti di azoto eccessivi.

Cerca una soluzione per Oidio delle Graminacee


Ultimi prodotti utilizzabili per Oidio delle Graminacee

indipendentemente dalla coltura

Agrofarmaci

Cerca altri agrofarmaci

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.