Septoriosi dei Cereali Stagonospora (=Septoria) nodorum - Septoria tritici - Septoria avenae

Classificazione: Funghi > Septoriosi

S. nodorum e S. tritici si riscontrano con una certa frequenza sul territorio italiano. Le loro forme perfette sono rappresentate da Mycisphearella graminicola e da Leptosphaeria nodorum. Entrambe deuteromiceti, attaccano comunemente frumento e altre graminacee. 

 

Biologia

Sopravvivono sulle stoppie e sui residui colturali (S. nodorum è inoltre in grado di trasmettersi attraverso il seme). Le infezioni sono originate dai conidi che si sono differenziati sui residui colturali e sui tessuti delle piante infette, che si diffondono grazie al vento e agli schizzi d'acqua. La gravità dell'attacco risulta notevolmente influenzata dall'andamento climatico: primavere molto umide e piovose con temperature relativamente basse (15-20°C) risultano ottimali per l'insorgenza della malattia. Una maggiore incidenza di queste septoriosi si sono registrate in terreni pesanti e negli impianti densamente seminati.

 

Danni causati

S. nodorum provoca maculature fogliari di colore giallo-bruno. S. tritici produce delle macchie giallo chiare fogliari che progressivamente tendono ad assumere una forma allungata virando al bruno-rossastro. In entrambi i casi, al centro delle zone colpite è individuabile una porzione più chiara ove si possono osservare piccoli corpiccioli rotondi, di colore nerastro (picnidi). Oltre alle foglie, S. nodorum infetta il culmo, le glume e le reste, generando delle maculature brunastre. Il disseccamento parziale o totale delle foglie colpite da septoriosi con conseguente ridotta attività fotosintetica della pianta, si traduce in danno economico legato alla scarsa maturazione delle cariossidi per la minor resa in peso.

 

Interventi agronomici

E' consigliabile interrare tempestivamente i residui colturali, limitando inoltre la somministrazione di fertilizzanti azotati. Evitare densità di semina troppo fitte.

 

Cerca una soluzione per Septoriosi dei Cereali


Ultimi prodotti utilizzabili per Septoriosi dei Cereali

indipendentemente dalla coltura

Agrofarmaci

Cerca altri agrofarmaci

Relazioni delle Giornate Fitopatologiche su Septoriosi dei Cereali

EFFETTO DELL'EPOCA DI APPLICAZIONE DELLA MISCELA BIXAFEN +PROTIOCONAZOLO PER IL CONTROLLO DELLE MALATTIE FOGLIARI SU FRUMENTO TENERO E DURO

2018 - Difesa dalle malattie - volume secondo

Il complesso della septoriosi è una delle più rilevanti malattie del frumento in Europa. La sua rilevanza dipende da diversi fattori tra cui le condizioni climatiche, le varietà e le pratiche colturali. La frequenza con cui ...

EFFICACIA CONTRO LE MALATTIE DEL FRUMENTO DI UNA NUOVA MISCELA A BASE DI PENTHIOPYRAD E CIPROCONAZOLO

2018 - Difesa dalle malattie - volume secondo

Cielex® è un nuovo fungicida in sospensione concentrata a base di penthiopyrad (150 g/L) e ciproconazolo (60 g/L) autorizzato contro ruggini, septoria, oidio, elmintosporiosi e rincosporiosi di frumento, segale, farro e triticale. In ...

ESPERIENZE DI CAMPO CON BENZOVINDIFLUPYR (SOLATENOL) NUOVO PRINCIPIO ATTIVO PER LA DIFESA DEL FRUMENTO DALLE MALATTIE FOGLIARI

2018 - Difesa dalle malattie - volume secondo

Vengono presentati i risultati di due prove di campo effettuate per valutare l'attività del nuovo fungicida benzovindiflupyr (Solatenol®), contro le malattie fogliari (septoriosi e ruggine bruna) e della spiga (fusariosi) su frumento ...

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.