Carpocapsa o Cidia delle pere Cydia pyrivora

Classificazione: Insetti > Lepidotteri

Questa cidia è presente probabilmente in tutta Italia ed è infeudata sul pero. L’adulto ha le ali anteriori grigio-brunastre, con la parte prossimale (vicino al capo) un po’ più scura rispetto al resto dell’ala, attraversate da striature più scure. L’apertura alare è di 15-22 mm.

La larva, che a maturità raggiunge i 2-2,3 mm di lunghezza, ha il corpo giallo e leggermente rosato sul dorso. 

Biologia

Questo tortricide compie una generazione all’anno e supera l’inverno come larva matura; nella primavera successiva si incrisalida e gli adulti compaiono dalla metà di giugno a fine agosto. La larva appena nata penetra direttamente nel frutto, in quanto le uova sono deposte sui frutti. La larva scava una galleria filiforme e arriva fino alla zona carpellare. In un mese la larva raggiunge la maturità e ad agosto-settembre esce dal frutto danneggiato per interrarsi e formare un bozzoletto entro il quale supera l’inverno. 

Danni causati

La larva attacca i frutti scavando una galleria che raggiunge le logge carpellari per riuscire a divorare i semi. A maturità la larva scava una galleria rettilinea e crea un foro d’uscita con un diametro di un paio di cm da cui si sviluppa un marciume molle. 

Cerca una soluzione per Carpocapsa o Cidia delle pere


Ultimi prodotti utilizzabili per Carpocapsa o Cidia delle pere

indipendentemente dalla coltura

Agrofarmaci
registrati per Lepidotteri o Insetti

Cerca altri agrofarmaci

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.