Nematodi galligeni Meloidogyne spp.

Classificazione: Insetti > Nematodi

Questi nematodi di piccole dimensioni sono un problema per numerose colture (vite, fruttiferi, orticole, bietola, pomodoro, tabacco, patata, floricole) specialmente se si trovano in terreni sabbiosi (spesso presenti nelle zone costiere). Del genere Meloidogyne troviamo due specie particolarmente importanti che attaccano la vite: M. incognita e M. javanica. In questo genere le dimensioni vanno da 0,6 a 2 mm e si ha una differenza morfologica tra la femmina e il maschio, la prima è a forma di fiaschetto mentre il secondo ha forma allungata; i maschi non sono sempre presenti. 

Biologia

Questi nematodi si conservano come larve, attive o quiescenti, e uova quiescenti per un periodo di tempo che può arrivare fino a tre anni; le uova in presenza di radici attaccabili schiudono e la larva che fuoriesce penetra subito nelle radici. Le infestazioni compaiono da aprile fino a scomparire ad ottobre-novembre, con una presenza massima tra maggio e settembre. Nel periodo invernale non vi sono infestazioni in quanto le uova sono quiescenti (in fase di riposo) e le larve infestanti si approfondiscono nel terreno anche oltr a 70-80 cm di profondità. Le condizioni ambientali migliori per lo sviluppo sono la presenza di caldo con elevata umidità. Durante l’anno vi diverse generazioni, 5-7 generazioni in nord Italia. 

Danni causati

Le larve penetrano nelle radici provocando una disorganizzazione dei tessuti; la pianta reagisce con un accrescimento abnorme dei tessuti (dovuto a ipertrofia, cioè a causa della dimensione maggiore delle cellule) con la formazione di galle radicali. Queste modificazioni vanno a alterare la funzionalità delle radici, specialmente di quelle più piccole, compromettendo l’assorbimento; ciò porta le piante in condizioni di stress fino a provocarne la morte la morte. 

Interventi agronomici

Gli interventi agronomici sono diversi: solarizzazione, lavorazioni estive del terreno, coltivazione e sovescio di piante biocide (brassicacee), impiego di pannelli o pellet di semi di brassica (es. Brassica carinata), rotazioni con specie poco sensibili (frumento, mais, ecc.),  impiego di materiale esente da nematodi (materiale certificato), uso di portinnesti resistenti o tolleranti, evitare il ristoppio, evitare ristagni idrici, distruggere i residui della vegetazione infetta. 

Cerca una soluzione per Nematodi galligeni


Ultimi prodotti utilizzabili per Nematodi galligeni

indipendentemente dalla coltura

Agrofarmaci

Cerca altri agrofarmaci

Relazioni delle Giornate Fitopatologiche su Nematodi galligeni

NUOVO NEMATOCIDA A BASE DI TERPENI PER LA PROTEZIONE DI SOLANACEE E CUCURBITACEE DA NEMATODI GALLIGENI

2018 - Difesa dalle avversità animali - volume primo

Il prodotto e? una innovativa sospensione di capsule (CS) a base di timolo e geraniolo (meglio conosciuti come terpeni) denominata Cedroz®. Questi terpeni hanno un’azione nematocida identificata, sviluppata e comprovata da Eden Research ...

RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE SU COLTURE ORTICOLE CON UN NUOVO NEMATOCIDA LIQUIDO A BASE DI ESTRATTO DI AGLIO

2018 - Difesa dalle avversità animali - volume primo

Nemguard® SC e? un nuovo nematocida liquido a base di un estratto di aglio altamente raffinato e contenente specifici composti polisolfurici ad attivita? nematocida. Si riportano le caratteristiche fisico-chimiche, tossicologiche ed ...

STRATEGIE DI DIFESA SOSTENIBILE E VALUTAZIONE DELL'EFFICACIA DI NUOVI PRODOTTI, PER IL CONTENIMENTO DEI NEMATODI GALLIGENI SU PEPERONE IN COLTURA PROTETTA

2018 - Difesa dalle avversità animali - volume primo

Negli anni 2016 e 2017 sono state effettuate, in provincia di Rimini, prove di lotta a Meloidogyne incognita su peperone in coltura protetta, valutando l’efficacia di nuovi nematocidi e prodotti ammendanti e fitostimolanti, per continuare a ...

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.