Cimicetta Monosteira unicostata

Classificazione: Insetti > Tingidi

Cimicetta diffusa in tutte le aree mediterranee. In territorio nazionale è comune in tutte le regioni, più frequentemente in quelle meridionali. Compie la sua attività trofica soprattutto su mandorlo e pioppo, attaccando saltuariamente anche ciliegio e salice.

Adulto dal colore isabellino (giallo-marrone), con capo dotato di due processi subconici nel lato interno degli occhi, uno mediano e due submediani posti poco più avanti. Antenne con apici bruni, con il I, II e IV articolo molto corti e il III lungo quanto gli altri presi insieme. Pronoto con i bordi posteriori convegrenti e con terminali a punta. Questo è interessato da una fascia nera anteriore submarginale e da una linea longitudinale mediana biancastra. Le elitre sono ampiamente macchiate di bruno, soprattutto nella parte mediana e in quella distale. A maturità raggiungono i 2,2-2,5 mm di lunghezza. 

Ninfa di colore bianco latteo, capo macchiato di nero nel lato interno degli occhi e con una fascia nera posteriore interrotta nel mezzo. Antenne di colore nero all'apice. Pronoto con due coppie parallele di tacche nere sfumate submediane. Abbozzi alari macchiati di nero all'estremità. Addome annerito, anteriormente e distalmente, con una tacca nera e rotonda nella parte mediana.

Biologia

Supera l'inverno con adulti nascosti nelle foglie dell'annata precedente cadute a terra, negli anfratti della corteccia o in altri rifugi presenti nell'ambiente. Gli adulti fanno la loro comparsa ad inizio primavera, quando la temperatura si attesta sui 14-15°C, momento in cui consumano gli accoppiamenti. Le femmine ovidepongono entro il parenchima della pagina inferiore delle foglie, ai lati della nervatura mediana. La nascita delle neanidi ha luogo a fine maggio-inizio giugno, dando i nuovi adulti alla fine di giugno-inizio luglio. Una seconda generazione segue a settembre, con la comparsa degli adulti svernanti.

Negli ambienti caratterizzati da climi caldi, l'insetto può compiere anche una terza generazione.

Danni causati

M. unicostata, in forma adulta e giovanile, infestano la pagina inferiore delle foglie. Eseguono punture che cagionano la comparsa di piccole macchie decolorate. La superficie fogliare si ricopre inoltre di numerose macchioline di aspetto bituminoso (deiezioni dell'insetto). 

Forti infestazioni provocano l'ingiallimento, disseccamento e caduta prematura delle foglie.

A fine estate si palesano i danni maggiori, in concomitanza alla presenza di popolazioni più numerose dell'insetto.

Cerca una soluzione per Cimicetta


Ultimi prodotti utilizzabili per Cimicetta

indipendentemente dalla coltura

Agrofarmaci

Cerca altri agrofarmaci

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.