2022
15

Ascenza On The Road: il tour alla scoperta dell'innovazione in viticoltura

Un appassionante viaggio attraverso le aree viticole italiane di maggior pregio, intervistando tecnici, ricercatori ed esperti del settore alla scoperta delle innovazioni al servizio della viticoltura del futuro

ascenza-on-the-road.JPG

Ascenza On The Road: un viaggio nella viticoltura di qualità

Il mondo dell'agricoltura si sta evolvendo velocemente, sia sul piano tecnico, sia normativo, sia dei mercati.  Se pensiamo al settore viticolo, i mutati scenari hanno infatti spostato verso l'alto l'asticella della qualità finale dei prodotti, siano essi vini oppure uva da tavola.

 

Un concetto di qualità intesa non più come insieme di pregi organolettici, bensì più esteso e sfaccettato, inclusivo di aspetti etici, ambientali, nonché legati al profilo residuale dei prodotti finali sempre più ricercati da un consumatore attento. 


In tal senso Ascenza ha organizzato un tour finalizzato sia ad apprendere, sia a divulgare. Un tour che si sta sviluppando attraverso le regioni italiane fra le più significative per quanto riguarda il mondo vitivinicolo, spaziando fra Nord, Centro e Sud e focalizzando su temi fra loro differenti e complementari. 

Guarda la puntata dedicata alla prima tappa di Ascenza On The Road

 

I protagonisti

Filo conduttore dell'evento itinerante, un giornalista e divulgatore scientifico, Donatello Sandroni, esperto del settore fitosanitario e delle sue interazioni con Uomo e ambiente. Di regione in regione Donatello si confronterà con tecnici, viticoltori, cantinieri, docenti, ricercatori e giovani studenti, ovvero il presente e il futuro della viticoltura italiana.

 

In ogni puntata di Ascenza On The Road verranno quindi sviscerate tematiche di interesse tecnico, arricchite di curiosità legate ai territori vitivinicoli di volta in volta attraversati. 


La necessità di proteggere le colture, fra cui la vite, continua oggi a stimolare la ricerca di tecniche agronomiche innovative, sempre più raffinate, come pure di soluzioni fitosanitarie sempre più sostenibili. Argomenti, questi, declinabili su versanti fra loro fortemente integrati, come la gestione delle malerbe nei sottofila, la difesa dagli insetti, il contrasto alle patologie e la lotta alle resistenze.

 

Il tutto, con una crescente attenzione per gli ecosistemi e per la salubrità finale dei raccolti. Uno sforzo notevole, quindi, che ha visto impegnati agricoltori, tecnici di campo, consulenti, ricercatori e aziende produttrici. 

 

L'impegno di Ascenza

In tal senso, Ascenza Italia ha raccolto e fatto proprie queste sfide, investendo nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni innovative e sostenibili. Un percorso che ha visto l'evoluzione formulativa degli agrofarmaci di sintesi, ma anche il consolidamento del portfolio di "biologicals", ovvero quell'insieme di soluzioni di origine naturale che possono giocare un ruolo fondamentale quando inserite nei programmi di difesa delle colture, sia biologica, sia integrata. Senza peraltro trascurare le sostanze di base, altro fronte di espansione delle conoscenze agronomiche verso il quale la moderna fitoiatria non può fare a meno di guardare.


I video delle puntate, verranno di volta in volta resi disponibili sui canali di comunicazione di Ascenza Italia, come pure tramite i social, al fine di dare continuità alle esperienze raccolte e raggiungere il maggior numero di contatti possibile, condividendo con essi le informazioni e le novità emerse durante i molteplici incontri.

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2022)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.