Mais Zea mays L.

Classificazione: Foraggere > Foraggere graminacee
mais

Il mais o granoturco o frumentone (Zea Mais), è un genere di pianta erbacea appartenete alla famiglia delle graminacee o poacee. E’ uno dei più importanti cereali. Con il termine pannocchia si indica comunemente, ma impropriamente, anche l'infiorescenza femminile di mais che in realtà è una spiga, in quanto le singole cariossidi (spighette) sono sessili. L'infiorescenza maschile del mais invece, il cosiddetto ‘pennacchio’, è propriamente una pannocchia, in quanto le spighette sono peduncolate. La granella del mais può essere usata per l’alimentazione umana anche se conservata impropriamente può ammuffire portando al manifestarsi di un particolare fungo (Aspergillus) che produce una micotossina (aflatossina) di straordinaria tossicità. Oltre alla granella, la coltura del mais produce grandi quantità di sostanza secca sotto forma di steli, foglie, cartocci e tutoli che restano sul terreno dopo aver raccolto la granella. La destinazione di questi residui può essere l'interramento o la raccolta con raccoglimballatrici per utilizzarli come foraggio (secco o insilato), lettiera o biocombustibile (biocarburante). Il sistema più rapido e più universalmente diffuso di raccolta del mais è quello con macchina combinata, che esegue contemporaneamente la raccolta e la sgranatura. Le mietitrebbiatrici da mais sono normali mietitrebbiatrici (o trincia semoventi) che per operare sul mais vengono munite di apposita testata spannocchiatrice. Può essere usato anche per usi terapeutici e per la produzione di materie plastiche biodegradabili (o bioplastiche).

Cerca una soluzione per Mais

Ultimi prodotti utilizzabili su Mais

Agrofarmaci

Cerca altri agrofarmaci

Ultime relazioni delle Giornate Fitopatologiche

AMPLIGO, NUOVO INSETTICIDA PER LA DIFESA DAI LEPIDOTTERI DELLE COLTURE ORTICOLE DI PIENO CAMPO E DEL MAIS: ESPERIENZE SU POMODORO E BRASSICACEE

2012 - Difesa da insetti, acari, nematodi, molluschi - volume primo

Le larve di lepidotteri rappresentano il maggiore problema per la difesa delle colture agrarie erbacee e arboree. Questo problema si è ulteriormente accentuato per il ritiro dal mercato di numerosi insetticidi e per i cambiamenti climatici che ...

ULTERIORI CONFRONTI TRA FORMULATI DI GLYPHOSATE APPLICATI SU COLTURE ERBACEE ED INERBIMENTI SPONTANEI

2012 - Difesa dalle piante infestanti - volume primo

Nel biennio 2010-2011 sono state realizzate quattro prove parcellari su colture seminate ed inerbimenti spontanei per confrontare, a parità di dose di applicazione, l’efficacia di formulati di glyphosate sotto forma di sale isopropilamminico, sale ...

È POSSIBILE OTTENERE IL NUMERO DI IMPATTI (GOCCE) PER UNITÀ DI SUPERFICIE DESIDERATO?

2010 - Applicazione degli agrofarmaci - volume secondo

Vengono riportati i risultati di prove sperimentali condotte in laboratorio, utilizzando diverse tipologie di ugelli e di pressioni di esercizio, al fine di valutare gli elementi distintivi della distribuzione di frequenze per classi di dimensione ...

Ultime news su Mais

2019
20

L'oro giallo, fra risaie e zootecnia

L'oro giallo, fra risaie e zootecnia

L'area Nord-Ovest della Pianura padana vede il mais coltura Regina, sia per l'importanza in chiave zootecnica, sia per la filiera bioenergetica. Ora c'è un nuovo alleato: Tonale di Sipcam Italia

Leggi tutto

2019
18

Un ampio spettro per ogni esigenza

Un ampio spettro per ogni esigenza

Da Corteva AgriScience, Alcance® SyncTech: il nuovo erbicida di pre-emergenza ad ampio spettro per riso, mais, soia, patata, carota, fagiolo, fagiolino, pisello e favino

Leggi tutto

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.