Giornate Fitopatologiche 1975

Il Diserbo del Colza

Capitolo “Erbicidi” - volume unico - pag. 1013-1018

Autori: G. Covarelli

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

E' stata eseguita una prova sperimentale sul diserbo chimico selettivo del colza (cv. Matador) in pianura, su un terreno di medio-impasto usando in pre-semina: Napropamid a due dosi, R 71-8018, Dinitrmina, Ethofumesate, Nitralin e Trifluralin, in pre-emergenza: Prynachlor ed Ethofumesate. Dopo la raccolta del colza, in novembre, nello stesso appezzamento, dopo aver opportunamente delimitato le parcelle, è stato seminato frumento (cv. Marzotto) per saggiare su di esso gli eventuali effetti tossici residui dei diserbanti in precedenza usati.
Dinitramina, R 71-8018 e Trifluralin si sono rivelati i migliori poichà© hanno avuto un'ottima efficacia contro le malerbe senza danneggiare le colture. Devrinol e Butisan hanno lasciato alcune perplessità  sia per l'efficacia erbicida che per la selettività  verso il colza. L'Ethofumesate non sembra indicato per il diserbo di questa coltura. Nessun prodotto ha avuto effetto residuo sulla coltura del frumento seguita al colza.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.