Giornate Fitopatologiche 1994

Montevisiano Lido (PE) 9-12 maggio 1994

Osservazioni epidemiologiche su un marciume batterico della lattuga

Capitolo “Funghi e batteri ” - volume terzo - pag. 269-276

Autori: G. Del Sorbo , M. Lorito, A. Raio , F. Scala, A. Zoina

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Accedi con Google

In caso di utilizzo del social login, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Xanthomonas campestris pv. vitians, agente di un marciume della lattuga, presenta una fase di sviluppo epifitico che può condurre alla costituzione di un considerevole potenziale di inoculo; la malatia si manifesta se si verificano fenomeno piovosi persistenti e prolungati. Le erbe infestanti possono avere un certo ruolo nel ciclo della malattia. Trattamenti preventivi con flumechina, phosethyl-Al, rame ammoniacale ed idrossido di rame sono risultati inefficaci; la flumechina alla dose di 30 ml/hl ha causato lievi sintomi di fitotossicità  sulla cv Nabucco. Ventidue campioni di seme reperiti in commercio nel 1991 sono stati esaminati tramite IF ed otto sono risultati contaminati dal patogeno. Sono stati sperimentati mezzi fisici e chimici di decontaminazione dei semi. La suscettibilità  delle piante alla malattia è correlata positivamente allo sviluppo vegetativo.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.