Giornate Fitopatologiche 1996

S. Cristiana di Numana (AN) - 22-24 aprile 1996

Detection of Agrobacterium Tumefaciens from rose, chrysanthemum, and daisy by polymerase chain reaction (PCR.)

Capitolo “Funghi, batteri, virus” - volume secondo - pag. 499-506

Autori: P. Martini, S. Pionnat, C. Poncet

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

II tumore batterico, causato da ceppi virulenti di Agrobacterium, è ampiamente diffuso nelle regioni temperale del mondo. Recentemente si è riscontrato un forte incremento di tale malattia su tre imortanti specie floricole quali rosa, crisantemo e margherita. La selezione di piante sane risulta necessaria al fine di contenere il tumore batterico : infatti i ceppi di Agrobacterium sembra abbiano un'attività  sistemica e che possano essere trasmessi con la propagazione vegetativa.
Il principale requisito di una corretta profilassi è quello di avere a disposizione un metodo sicuro di identificazione dei ceppi patogeni di Agrobacterium. La causa effettiva della patogenicità  e il plasmide Ti, localizzato nel citoplasma del batterio, parte del quale durante l'infezione è trasferita al genoma delle cellule della pianta che di conseguenza tendono a proliferare in modo anomalo e a formare galle. A tale proposito è stata messa a punto la tecnica di amplificazione genica (PCR) per l'analisi dei ceppi batterici da galle di diversa origine che si basa sull'amplificazione di tre sequenze plasmidiche localizzate nei geni deputati alla virulenza e nel T-DNA (sui geni tmr e tms). Dopo l'analisi con PCR, osservando le bande dei differenti ceppi batterici, si è potuta constatare una corrispondenza tra i risultati ottenuti con quelli forniti sia dai test biologici effettuati per la determinazione della patogenicità , che dai test biochimici necessari per la determinazione del genere. Alla luce di queste prove si può affermare che la PCR è una valida tecnica di determinazione dei ceppi patogeni di Agrobacterium, facilmente applicabile dai laboratori operanti nel settore.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.