Giornate Fitopatologiche 2002

Baselga di Pinè (TN) 7-11 aprile 2002

Caratterizzazione molecolare di isolati italiani del virus del mosaico comune del frumento (SBWMV).

Capitolo “Funghi, batteri, virus” - volume secondo - pag. 585-592

Autori: A. Canova, O. Montanari, C. Ratti, C. Rubies-Autonell, V. Vallega

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Al fine di studiare il grado di diversità  gentica del virus del mosaico comune del frumento (SBWMV) in una vasta area geografica, ventidue campioni di frumento raccolti in campi infetti del Nord, Cenro e Sud Italia, sono stati sottoposti a caratterizzazione molecolare. Da ogni campione sono stati estratti i ssRNA ed i prodotti di RT-PCR derivati a otto differenti e sovrapposte regioni dell'RNA2 del SBWMV sono stati comparati con l'analisi del polimorfismo conformazionale del singolo filamento di DNA (SSCP). L'uso di tale tecnica ha permesso di individuare una regione dell'RNA2 in grado di dare le maggiori informazioni relative alla diversa genetica tra gli isolati. Sono stati identificati 10 profili SSCP che suggeriscono l'esistenza di ampia variazione genetica tra gli isolati italiani di SBWMV.
Parole chiave: mosaico comune del frumento, SBWMV, caratterizzazione, SSCP.

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.