Giornate Fitopatologiche 2004

Montesilvano (Pescara) 4-6 maggio 2004

Ulteriori studi della miscibilità  di Clodinafop-Propargile e Tralcossidim con dicotiledonici di post-emergenza del frumento.

Capitolo “Piante infestanti” - volume primo - pag. 357-362

Autori: D. Bartolini, F. Paci, G. Rapparini, S. Romagnoli

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Nel corso del 2002 è stata verificata in pieno campo, su frumento duro e tenero, la miscibilità  di Clodinfop-Propargile e Tralcossidim con diversi prodotti dicotiledonici tra cui i recenti formulatia base di florasulam. Clodinfop-Propargile è risultato perfettamente e costantemente miscibile con tutti i prodotto saggiati ad eccezione delle combinazioni di metosulam+2,4 D, di florasulam + 2,4 D e di fluroxipir + MCPA, lievemente peggiorative nei confronti di Lolium multiflorum. Tralcossidim ha dimostrato una generale buona miscibilità  ad eccezione delle miscele estemporanee con i formulati di 2,4-D + metosulam (meno efficace su L. multiflorum) e soprattutto di 2,4D + florasulam, peggiorativo nei confronti di L. multiflorum e Avena ludoviciana.
Parole chiave. frumento, efficacia erbicida, graminicidi, miscibilità , selettività .

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.