Giornate Fitopatologiche 2016

Chianciano Terme (SI) - 8-11 marzo 2016

IMPIEGO DI BIFENOX NELLE STRATEGIE DI CONTROLLO DEGLI AMARANTI RESISTENTI AI DISERBANTI INIBITORI DELL’ALS NELLA SOIA

Capitolo “Difesa dalle piante infestanti” - volume primo - pag. 517-526

Autori: Marco Aliquo, M. Casagrandi, Alessandra Marcon

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Le possibilità di diserbo in post-emergenza della soia sono, oggi, alquanto ridotte a causa della scarsità di principi attivi disponibili a seguito dell’introduzione della Direttiva 91/414/CEE e del Regolamento (CE) 1107/2009. L’uso continuato di erbicidi con meccanismi d’azione mono-sito, senza possibilità di alternanza, ha causato negli ultimi anni una forte selezione di infestanti tolleranti agli erbicidi inibitori dell’enzima ALS (Gruppo B - HRAC), con profonde ricadute in termini di costi e di aggravamento dell’evoluzione della resistenza soprattutto negli areali di coltivazione della soia. Il presente lavoro dimostra l’efficacia del p.a. bifenox, inibitore dell’enzima PPO (Gruppo E – HRAC), come alternativa nel diserbo in post- emergenza della soia per il controllo di infestanti resistenti quali ad esempio Amaranthus spp.. Parole chiave: imazamox, thifensulfuron-metile

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.