Alternariosi del Garofano Alternaria dianthi - A. dianthicola

Classificazione: Funghi > Alternariosi

Descrizione in corso di elaborazione

Cerca una soluzione per Alternariosi del Garofano


Ultimi prodotti utilizzabili per Alternariosi del Garofano

indipendentemente dalla coltura

Agrofarmaci

Cerca altri agrofarmaci

Relazioni delle Giornate Fitopatologiche su Alternariosi del Garofano

Valutazione in vitro e in vivo dell'attività  di alcuni sali nei confronti dell'alternariosi del garofano

1996 - Funghi, batteri, virus - volume secondo

In un saggio preliminare è stata valutata in vitro l'attività  inibitrice di 20 sali nei confronti dell'accrescimento micelico di Alternaria dianthi, agente dell'alternariosi del garofano. Tra questi Na2C03, ...

Caratteristiche di ceppi di Alternaria dianthi resistenti a iprodione ottenuti in vitro

1982 - Lotta contro le crittogame - volume secondo

Da micelio e conidi di Alternaria dianthi, coltivati in presenza di 100 p.p.m. di iprodione, si ottengono settori e colonie resistenti a tale fungicida con una frequenza del 7% nel caso del micelio e i 3 x 10-7 nel caso di conidi. I ceppi ...

Esperienze di lotta vegetale, Università  di Torino

1980 - Anticrittogamici - volume secondo

Vengono riportati i risultati di alcune prove di lotta contro l'alternariosi del garofano. I risultati migliori sono stati ottenuti con l'impiego di Iprodione, Captan, Captafol, Diclofluanide, Clortalonil, Maneb, Mancozeb ed un prodotto ...

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2022)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.