2020
28

Moria del kiwi, pronto un Gruppo di lavoro per contrastarla

La ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova: "Sono coinvolte tutte le regioni italiane interessate e da parte mia garantisco il massimo impegno per vincere insieme"

actinidia-kiwi-frutto-macro-by-delphotostock-fotolia-750x500.jpeg

Faranno parte del Gruppo di lavoro il Servizio fitosanitario centrale, il Crea-DC, e ogni Servizio fitosanitario regionale che partecipa indicherà tre esperti (Foto di archivio)

Fonte immagine: © Delphotostock - Fotolia

Al via l'istituzione nei prossimi giorni del Gruppo di lavoro tecnico-scientifico per contrastare la problematica della sindrome della "moria di kiwi", coordinare le attività di ricerca e definire linee guida per la gestione di questa emergenza che si è manifestata a partire dal 2012 nell'area del basso veronese, e che più recentemente ha interessato anche la provincia di Latina nel Lazio.
 
Leggi anche
Moria del kiwi, la Regione Lazio fa il punto della situazione
 
Questo è quanto stabilito dal Comitato fitosanitario nazionale che ha sede al ministero delle Politiche agricole nella riunione mensile che si è tenuta lo scorso lunedì. La task force dovrà definire i criteri di indagine per determinare le aree in cui si manifesta il fenomeno, indicare le misure utili a rallentarlo, stabilire le linee di ricerca multidisciplinari che affrontino gli aspetti legati alla relazione clima-suolo, alla fisiologia della pianta, nonché agli organismi nocivi secondari.

"Occorre avere indirizzi certi per mettere in campo strategie e risorse, per debellare la sindrome della moria del kiwi. È una patologia complessa, non ascrivibile ad alcun organismo nocivo, né calamità naturale. Nel corso della riunione del Comitato fitosanitario dello scorso lunedì tutti  i Servizi fitosanitari regionali intervenuti sul tema hanno sottolineato che i danni alla produzione stanno determinando un grave stato di sofferenza per le aziende produttive. Abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti gli esperti e della partecipazione di tutte le regioni coinvolte", ha affermato la ministra Teresa Bellanova.

"Hanno già comunicato la loro partecipazione al Gruppo di lavoro - ha continuato - i Servizi fitosanitari di Lazio, Veneto, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Calabria. L'adesione delle regioni mi fa particolarmente piacere perché solo insieme, coordinando tutti i pareri scientifici e le sollecitazioni che vengono dai territori possiamo sconfiggere questa patologia che sta mettendo a dura prova tantissime aree frutticole. Da parte mia garantisco il massimo impegno per vincere insieme".
 
Faranno parte del Gruppo di lavoro tecnico-scientifico il Servizio fitosanitario centrale, il Crea-DC, e ogni Servizio fitosanitario regionale che partecipa indicherà tre esperti coinvolgendo le istituzioni di ricerca del territorio già interpellate sulla questione.
 
Leggi anche
Actinidia, ecco tutto quello che c'è da sapere sulla 'moria del kiwi'
 
Per la sindrome della 'moria del kiwi', non essendo ascrivibile direttamente ad un organismo nocivo né ad alcuna calamità naturale o evento climatico avverso non appare, ad un primo esame, applicabile il decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102, relativo agli interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole. Pertanto, un eventuale intervento a sostegno delle aziende coinvolte deve vedere l'istituzione di uno specifico fondo.

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.