2021
27

Centurion Pro e Centurion 240 Neo, il controllo delle infestanti graminacee made in Upl

Clethodim è efficace nei confronti di un'ampia gamma di specie annuali a ciclo autunno-invernale, primaverile-estivo e perenni

graminacee-by-andrea-adobe-stock-750x500.jpeg

Clethodim richiede necessariamente l'utilizzo congiunto con un bagnante a base oleosa (Foto di archivio)

Fonte immagine: © Andrea - Adobe Stock

Centurion Pro e Centurion 240 Neo sono due graminicidi specifici di alto lignaggio, fiori all'occhiello della ricerca e sviluppo di Upl.
Entrambi i formulati sono basati sulla sostanza attiva clethodim, molecola esclusiva di Upl, esistente da diversi anni, ma solo di recente sviluppata su larga scala in Italia.

Clethodim, appartenente alla famiglia chimica dei cicloesenoni (Dim), è un inibitore della sintesi dell'Acetil coenzimaA carbossilasi (ACCasi), enzima fondamentale per la sintesi degli acidi grassi (codice Hrac: "A" che diverrà "1" nel nuovo sistema di classificazione Hrac/Wssa) che sono alla base di processi vitali fondamentali.

L'assorbimento della molecola, priva di effetti residuali, avviene esclusivamente attraverso le foglie. Essa viene poi rapidamente traslocata ai meristemi fogliari e radicali, siti d'azione dell'erbicida.

Clethodim è efficace nei confronti di un'ampia gamma di specie graminacee, sia annuali a ciclo autunno-invernale (avena, loietto, alopecuro, ecc.) o primaverile-estivo (giavone, setaria, digitaria, ecc.) che perenni (sorghetta da rizoma, gramigna, ecc.).
Si impiega in post emergenza delle infestanti. I risultati migliori si ottengono applicando i prodotti sulle annuali allo stadio di almeno tre foglie e sulle perenni quando queste abbiano raggiunto un'altezza di 15-20 centimetri.

Si sottolinea la marcata capacità di controllare la pericolosa e difficile sorghetta da rizoma anche a dosi medio-basse, devitalizzando non solo la porzione epigea della pianta, ma anche il rizoma sotterraneo, organo che perpetua la pianta di anno in anno. Nelle recenti esperienze sperimentali i due formulati hanno evidenziato non solo un'attività erbicida uguale o superiore a quella dei più competitivi graminicidi, ma anche una maggiore velocità d'azione, fattore fondamentale per ridurre il tempo durante il quale le infestanti competono con le colture.

Clethodim richiede necessariamente l'utilizzo congiunto con un bagnante a base oleosa. La differenza fondamentale tra le due formulazioni disponibili consiste nella presenza del bagnante all'interno di Centurion Pro (formulazione pronta all'uso), mentre Centurion 240 Neo richiede di miscelarlo estemporaneamente. Il catalogo Upl mette a disposizione il bagnante Ecomix, a base di olio di colza, come complemento ideale di Centurion 240 Neo.
Altre differenze sono la concentrazione della sostanza attiva (240 g/L per Centurion 240 Neo e 120 g/L per Centurion Pro; quest'ultimo andrà quindi utilizzato a dose doppia rispetto al primo) e le colture autorizzate.

I due erbicidi sono impiegabili su soia, barbabietola da zucchero e da foraggio, carota, cipolla, girasole e patata. Al momento, il solo Centurion 240 Neo è utilizzabile anche su pomodoro, carciofo, erba medica, vite (nel periodo autunno-invernale) e riso.

Le caratteristiche della molecola ed i miglioramenti formulativi mettono al servizio degli utilizzatori due formulazioni di eccellenza. L'ampio programma di estensione degli usi al momento in corso, renderà Centurion 240 Neo e Centurion Pro ancora più adeguati alle esigenze della moderna agricoltura.

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.