2021
28

Mais e diserbi: le proposte di Corteva Agriscience

Titus® Mais Extra e Principal® Mais sono erbicidi di post emergenza che abbracciano un ampio spettro di infestanti, sia graminacee, sia dicotiledoni

corteva-post-emergenza-mais-2021.jpg

Le linee tecniche per i diserbi del mais di Corteva Agriscience

Le semine sono ormai partite in molte aree maidicole italiane. Entro poche settimane, in alcuni casi addirittura giorni, si dovrà intervenire con i più opportuni erbicidi di post-emergenzaCorteva Agriscience propone in tal senso soluzioni come Titus® Mais Extra e Principal® Mais.

Il primo è formulato in granuli idrodispersibili contenenti rimsulfuron e nicosulfuron in ragione rispettivamente del 15 e del 30%. L'erbicida solfonilureico è attivo sia su infestanti graminacee, sia su alcune importanti dicotiledoni, offrendo un'efficace interazione additiva e sinergica esercitata dalle due sostanze attive. Flessibile nell'impiego, Titus® Mais Extra risulta compatibile con un ampio ventaglio di possibili miscele con i più opportuni partner tecnici.

Principal® Mais, anch'esso formulato in granuli idrodispersibili, alle due solfoniluree aggiunge anche dicamba, qualificandosi come prodotto “one pass” per la post-emergenza del mais. Efficace sulle infestanti graminacee, sia da seme sia da rizoma, abbraccia nel proprio spettro anche molte infestanti a foglia larga, proponendosi quindi per risolvere con un solo passaggio i problemi di flora infestante su grandi superfici a mais. 


Guarda il video con le linee tecniche di Corteva Agriscience per il diserbo del mais

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.