2003
10

PRESENTATO ACTARA, IL NUOVO INSETTICIDA NEONICOTINOIDE SISTEMICO DI SYNGENTA

Si è svolto a Modena il primo dei tre incontri che Syngenta ha pianificato per il lancio del suo nuovo insetticida Actara, un formulato in granuli idrodispersibili contenente il 25% di thiamethoxan.
Si è svolto a Modena il primo dei tre incontri che Syngenta ha pianificato per il lancio del suo nuovo insetticida Actara, un formulato in granuli idrodispersibili contenente il 25% di thiamethoxan

Foto piccola.bmp

Un momento dell'incontro che si è svolto a Modena in occasione della presentazione di Actara

Si è svolto a Modena il primo dei tre incontri che Syngenta ha pianificato per il lancio del suo nuovo insetticida Actara, un formulato in granuli idrodispersibili contenente il 25% di thiamethoxan.
Si è trattato di un evento al di fuori dei tradizionali schemi a cui tecnici ed operatori sono abituati ad assistere, in quanto l'intera presentazione è stata condotta sotto la forma di "Talk-show" moderato e condotto da Annalisa Manduca, la famosa giornalista di Rai Uno conduttrice del programma televisivo Check-Up.
All'incontro hanno partecipato come relatori:
Luigi Radaelli: Amministratore delegato di Syngenta Crop Protection
Luca Fusarini: Direttore Marketing
Riccardo Liguori: Responsabile tecnico settore frutta
Paolo Cestari: Responsabile tecnico settore orticole
Marco Merlano: Responsabile Mktg settore orticole
Enrico Volpi: Responsabile della sicurezza alimentare e impatto ambientale dei fitofarmaci
Luca Serrati: Responsabile tecnico settore tabacco
Robert Nyfeler: Responsabile mondiale Sperimentazione e Ricerca
Roberto Baggio: Direttore vendite
Oltre agli interventi dei presenti, l'incontro ha potuto contare su una serie di interventi "esterni" come quello del Prof. Piero Cravedi dell'Università di Piacenza.
Nel corso della mattinata sono stati toccati i vari aspetti legati alla storia della nuova sostanza attiva, alle sue proprietà chimico-fisiche, alla formulazione del prodotto, al suo metabolismo negli animali, a residui e sicurezza per il consumatore, all'ecotossicità, alla selettività sugli artropodi utili, alla sua modalità di azione contro i parassiti, al suo comportamento sistemico e alle sue modalità di traslocazione all'interno della pianta.
A tal proposito è interessante la possibilità di impiego di questo prodotto: sia sull'apporto aereo con le tradizionali irrorazioni, sia su ortaggi, attraverso applicazioni al terreno o all'apparato radicale (irrigazione a goccia, distribuzione nel solco di semina o trapianto, applicazione sulla fila, immersione delle piantine in pre-trapianto, etc,.), le quali permettono la completa protezione della pianta grazie alla sistemicità del formulato.
Le colture su cui il prodotto risulta registrato sono: pesco, nettarine, percoche, melo, alcuni agrumi, pomodoro, peperone e melanzana, anguria, cetriolo, melone, zucchino, lattuga, patata, tabacco, floricole, ornamentali e vivai.
I target del prodotto: afidi, aleurodidi, dorifora, elateridi, minatrici fogliari ed una serie di altri parassiti minori ad apparto boccale pungente, succhiante e masticatore.

Maggiori informazioni sul prodotto le trovate qui (su Fitogest) oppure sul sito appositamente predisposto da Syngenta per il prodotto.

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2022)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.