Giornate Fitopatologiche 1973

Risultati sperimentali ottenuti con diverso numero di interventi contro la cercospora della bietola (Cercospora Beticola Sacc.) nel quadriennio 1969-72

Capitolo “Anticrittogamici ” - volume unico - pag. 341-347

Autori: G.C. Bongiovanni

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

In sei prove è stata controllata l'efficacia di programmi con 1-1,5 e 2-2,5 trattamenti senza raggiungere, per il trifenilidrossido di stagno (g 300/ ha/tratt.) e il benomyl (g 100/ha/tratt.) la signficanza statistica fra il diverso numero di interventi. Le stesse differenze, anche se con scarti contenuti nell'ambito del 4-5%, risultano invece significative con l'impiego del tiofanate (g 500/ha/tratt.) e del metiltiofanate (g 210/ha/tratt.).
Tutti i programmi hanno fornito un incremento medio di saccarosio sempre superiore al 20% rispetto ai testimoni non trattati, con punte che toccano un quarto della produzione totale di saccarosio.
I risultati confermano quelli del precedente contributo 1965-68 e indicano l'opportunità  di ritardare il primo intervento al momento in cui l'infezione è già  in atto (II stadio tavole KWS) e poichè i conferimenti delle bietole si concentrano in una quarantina di giorni di campagna, si può contenere la difesa anticercosporica in programmi dotati di non più di due trattamenti.

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.