Giornate Fitopatologiche 1975

Controllo chimico dell'aelia rostrata (Boh.) effettuato in Sicilia nel 1975

Capitolo “Insetticidi” - volume unico - pag. 311-312

Autori: P. Genduso

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

A causa di una grave infestazione di pentatomidi del grano rappresentati principalmente da Aelia rostrata è stato necessario ricorrere alla lotta chimica. Sono stati sperimentati sia in pieno campo ce in laboratorio, con tre ripetizioni, i seguenti insetticidi: lindano, endosulfan, parathion, metil-parathion, malathion, fenthion, fenitrothion, naled, triclorfon, piretrinoidi, anzinphos-metile, dimetoato e carbaril.
I migliori risultati sono stati ottenuti con fenthion, fenitrothion e endosulfan. In pieno campo, per diverse ragioni, è stato impiegato il malathion con una mortalità  degli adulti di circa l'85%.
La lotta condotta dall'Ente di Sviluppo Agricolo è stata effettuata su circa 18.000 ettari sia con elicotteri che con pompe a medio volume d'acqua.

Note

Prove effettuate con il contributo finanziario dell'Ente di Sviluppo Agricolo per la Sicilia di Palermo

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.