Giornate Fitopatologiche 1975

L'impiego dell'innesto nella lotta contro la "cancrena pedale" del peperone

Capitolo “Messa a punto di metodi di lotta” - volume unico - pag. 533-536

Autori: L. Basoccu, C. Belletti, A. Garibaldi

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Accedi con Google

In caso di utilizzo del social login, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Si è condotto una serie di prove di lotta contro la cancrena pedale del peperone causata da Phytophthora capsici ricorrendo all'innesto su soggetti resistenti, pratica già  adottata contro altre malatie radicali e vascolari di piante ortensi.
A tale scopo, piante della cv. "Quadrato d'Asti" sono state innestate su piantine della linea Phyo 131-6-5-7, ottenuta presso l'I.N.R.A di Montfavet (Francia). L'innesto è stato effettuato in testa, utilizzando lo spacco doppio e quello semplice: in tutti e due i casi la percentuale di attecchimento è stata superiore al 95%. L'innesto ha ridotto in modo altamente significativo, anche se non completamente, l'incidenza della malattia. Le piante innestate hanno prodotto in misura non diversa da quelle testimoni, sia dal punto di vista quantitativo sia da quello qualitativo. Non si è riscontrato nessun effetto dell'innesto nei riguardi della precocità  di produzione delle piante.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.