Giornate Fitopatologiche 1980

Siusi (Bz) 22-24 gennaio 1980

Prove di lotta chimica contro meloidogyne incognita su pomodoro

Capitolo “Nematocidi, Limacidi” - volume primo - pag. 499-506

Autori: M. Di Vito , F. Lamberti

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

In prove di lotta chimica eseguite nel 1976, in un appezzamento in agro di Ginosa Marina (Taranto), infestato da Meloidogyne incognita (Kofoid et White) Chitw. e trapiantato con Pomodoro (Lycopersiconesculentum Mill.) da industria "Roma VF", i migliori risultati sono stati ottenuti con i trattamenti a base di EDB, Di-Trapex, D-D, Fenamifos e Aldicarb, che hanno incrementato le produzioni rispetto al testimone, rispettivamente dell'85,7, 68,2, 66,1, 64 e 55,6%. Gli attacchi del nematode galligeno sono stati pressochà© nulli sulle radici di piante allevate nelle parcelle trattate con Fenamifos o EDB. I trattamenti a base di Fenamifos hanno leggermente ritardato l'epoca media di maturazione delle bacche.

Note

Si porgono vivi ringraziamenti al sig Antonio Carella per la collaborazione tecnica prestata

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.