Giornate Fitopatologiche 2016

Chianciano Terme (SI) - 8-11 marzo 2016

EFFICACIA DI INSETTICIDI SU ADULTI E FORME GIOVANILI DI CACOPSYLLA MELANONEURA E C. PICTA, VETTORI DEGLI SCOPAZZI DEL MELO

Capitolo “Difesa dalle avversità animali” - volume primo - pag. 281-288

Autori: G. Angeli, M. Baldessari, T. Oppedisano, G. Tolotti

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Gli scopazzi del melo o Apple proliferation (AP) sono una fitoplasmosi presente in tutti i principali areali di coltivazione del melo in Europa. Numerose prove di trasmissione hanno identificato nelle psille il principale vettore della fitoplasmosi, in particolare le due specie Cacopsylla melanoneura e Cacopsylla picta, entrambe presenti negli ambienti frutticoli trentini. Con il presente lavoro si è voluta indagare, in prove di semi-campo, l’efficacia biologica di quattro insetticidi, due piretroidi e due organo fosforici, nei confronti di adulti e forme giovanili di C. melanoneura e C. picta. Gli insetticidi a base di fosmet e tau fluvalinate hanno evidenziato un’elevata efficacia e persistenza verso entrambe le specie di psilla, al pari dei formulati di riferimento chlorpyrifos ed etofenprox. Parole chiave: psille, apple proliferation, semi-campo, insetticidi

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.