Giornate Fitopatologiche 1973

Prova di controllo dell'oidio del grano

Capitolo “Anticrittogamici ” - volume unico - pag. 317-324

Autori: P.L. Ottolini, D. Picco

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Vengono esposti i risultati di una prova di lotta contro l'Oidio del grano (Erysiphe graminis D. C.), espletata nel 1971 in un appezzamento seminato con la cv. Farnese, notoriamente capace di alte prouzioni ma molto sensibile alla malattia. La concimazione è stata completa ma con una alta dose di azoto (= 350 unità  ad ettaro).
L'andamento stagionale, relativamente piovoso del mese di maggio, ha limitato assai gli attacchi del parassita che comunque ha prodotto danni, abbassando il peso specifico del raccolto e facendo diminuire il peso dei semi.
Si da notizia di risultati probanti raggiunti con l'impiego di alcuni fungicidi che comunque sembra soddisfano meglio applicati al primo inizio dell'attacco (5 maggio) pi๠che in tempi successivi (25 maggio).
Tra le diverse sostanze attive messe a confronto hanno pi๠delle altre soddisfatto:
- il Reniate (al 50% di Benomyl), alla dose di kg 0,360/ha, in 6 hi di acqua, distribuito tre volte (21 aprile, 5 maggio e 25 maggio) ed una sola volta (5 maggio);
- il Milsten (al 50% di Ethirimol), alla dose di kg 4/ha, applicato con 6 hi di acqua, distribuito una sola volta (5 maggio);
- il Calixin (al 75% di Tridemorph), alla dose di kg 0,5/ha, applicato con 6 hi di acqua, distribuito una solta volta (5 maggio).
Non altrettanto bene come i precedenti si sono comportati:
- il Triarimol (al 4% di s.a.), alla dose di kg 1,5/ha, distribuito con 6 hi di acqua una sola volta
(5 maggio);
- l'Enovit-Metil (al 70% di Tiofanate di metile), alla dose di kg 0,360/ha, distribuito con 6 hi di acqua una solta volta (5 maggio);
- l'Euparen (al 50% di Diclofluanide), alla dose di kg 3/ha, distribuito con 6 hi di acqua una sola volta (5 maggio).
Assodato che sia la convenienza di interventi antioidici al grano, si prospetta l'opportunità  di allargare lo spettro di azione dei trattamenti facendo eventualmente ricorso a miscele di diversi principi attivi, al fine di raggiungere in ogni caso il migliore successo produttivo.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.