Giornate Fitopatologiche 1996

S. Cristiana di Numana (AN) - 22-24 aprile 1996

Verifica della durata del periodo d'incubazione di Plasmopara Viticola in vigneto

Capitolo “Funghi, batteri, virus” - volume secondo - pag. 231-238

Autori: M. Bisiach, A. Cucchi, G. Rho, G.P. Sancassani, A. Vercesi

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Accedi con Google

In caso di utilizzo del social login, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

La durata del periodo di incubazione di Plasmopara viticola su foglie e grappoli è stata indagata a seguito di inoculazioni sperimentali effettuate in un vigneto di cv Corvina sito in provincia Veron. I risultati ottenuti hanno dimostrato che su foglia il periodo di incubazione è molto simile quello previsto sulla base del metodo individuato da Goidanich e collaboratori (1957), mentre su grappolo esso è molto pi๠lungo, specialmente in conseguenza di inoculazioni condotte nelle prime si fenologiche. Il confronto tra i dati ottenuti dalle inoculazioni sperimentali e l'evoluzione )idemica rilevata su una parcella non trattata ha permesso di localizzare temporalmente le infezioni primarie e di interpretare meglio l'evoluzione della malattia in vigneto.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.