Giornate Fitopatologiche 2000

Perugia 16-20 aprile 2000

Attività  di alcuni prodotti fitosanitari nei confronti della seconda generazione della Lobesia Botrana Schiff.

Capitolo “Fitofagi e fitomizi” - volume primo - pag. 457-462

Autori: L. Bellettini, M. Boselli , M. Scannavini

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

Nel biennio 1998-99 sono state condotte due prove di lotta con nuovi prodotti fitosanitari, contro la seconda generazione della Lobesia botrana. Le prove sono state eseguite in provincia di Ravenna suuna varietà  di uva da vino ("Trebbiano romagnolo") e su due sistemi di allevamento (Casarsa e GDC). I nuovi formulati sperimentali (spinosad, methoxyfenozide, indoxacarb e chiorpyrifos wg) sono stati messi a confronto con alcuni prodotti chimici (tebufenozide, flufenoxuron e lufenuron), inseriti nei disciplinari di produzione integrata dell'Emilia Romagna. Sono stati inoltre valutati alcuni preparati microbiologici a base di Bacillus thuringiensis già  in commercio (Agree, BTK 32) e altri in corso di registrazione (BIT0001 e Co-Star). La prova del 1988 ha evidenziato che tutti i formulati in prova sono stati in grado di difendere la coltura, in maniera significativa rispetto al testimone, dai danni da tignoletta anche in presenza di infestazioni assai gravi (98% di grappoli colpiti rilevati sul testimone). Il risultato migliore è stato assicurato dall'indoxacarb con il 96,7 % di efficacia rispetto alla tesi non trattata, seguita in dalla tesi con flufenoxuron (91,2 %), lufenuron (89,6 %) e tebufenozide (77,1 %). Il doppio intervento con i preparati microbiologici ha fornito un grado di protezione simile 80,8% per Agree e 79,2% per BIT0001. Anche nella prova del 1999, in presenza di un forte attacco da parte del fitofago, tutti i prodotti in prova hanno assicurato un ottimo grado di protezione della coltura. Il prodotto migliore è stato il methoxyfenozide (99,9%) seguito da flufenoxuron (99,4%), indoxacarb (97,3 %), tebufenozide ( 89,6 %), spinosad (90,8 %), chiorpyrifos wg (82,8 %) e lufenuron ( 82,6 %). Anche in questa prova il doppio intervento con B. thuringiensis ha fornito risultati molto interessanti con il 98,8% di efficacia per BTK 32 e il 97,9% per Co-Star.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.