Giornate Fitopatologiche 2000

Perugia 16-20 aprile 2000

Esperienze di difesa antioidica con fosfato monopotassico (mpk) nella zona di produzione del Brunello di Montalcino.

Capitolo “Funghi e batteri ” - volume secondo - pag. 221-226

Autori: M.E.M. D'Arcangelo, E. Egger

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Sei un nuovo visitatore?

Registrati ora

In una prova biennale su Sangiovese grosso, sono state confrontate diverse linee di difesa contro l'oidio della vite che hanno visto l'uso del fosfato monopotassico ed altri antioidici. Il fosfato monpotassico, impiegato da solo quale antioidico, ha permesso di proteggere adeguatamente il vigneto al pari degli altri prodotti fitoiatrici specifici. Nelle linee che hanno visto il suo impiego in miscela con zolfo o con IBS, oppure in alternanza a questi ultimi è stato possibile ridurre la dose del partner senza ripercussioni sul livello di protezione della coltura. Questo prodotto può costituire una valida alternativa per proteggere la vite dall'oidio.
Parole chiave: Fosfato monopotassico, Uncinula necator, oidio, difesa.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.