Giornate Fitopatologiche 2000

Perugia 16-20 aprile 2000

Studio con test biologici della persistenza e percolazione di Terbutilazina, Isossaflutolo e sulcotrione impiegati in pre e post-emergenza del mais.

Capitolo “Fitofarmaci negli alimenti e nell'ambiente” - volume primo - pag. 201-208

Autori: G. Campagna, F. Marchi, G. Rapparini

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

E' stata condotta un'indagine biennale sulla persistenza e percolazione di isossaflutolo terbutilazina e sulcotrione impiegati nel diserbo di pre e post-emergenza del mais in terreni di
diversa ntura (sciolti e tendenzialmente argillosi). L'esecuzione dei saggi biologici, medianti utilizzo di Abutilon theophrasti per isossaflutolo, Cucumis sativus per terbutilazina e Beta vulgaris var. saccarifera per sulcotrione come piante spia, ha permesso di rilevare le concentrazioni dei residui erbicidi biologicamente attivi. E' stata accertata un'elevata esistenza di terbutilazina e isossaflutolo, mentre per sulcotrione è risultata leggermente pi๠ridotta. Tra gli erbicidi saggiati, terbutilazina ha confermato la sua minor percolabilità  lungo il profilo del suolo, mentre isossaflutolo e sulcotrione hanno manifestato una maggiore mobilità  nel terreno.

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.