Giornate Fitopatologiche 2002

Baselga di Pinè (TN) 7-11 aprile 2002

Sopravvivenza di Erwinia amylovora in astioni di pero asintomatici.

Capitolo “Funghi, batteri, virus” - volume secondo - pag. 563-564

Autori: U. Mazzucchi, F. Traversa

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Astoni di pero sono stati inoculati in autunno con Erwinia amylovora su un taglio trasversale di potatura a 10 cm dall'apice vegetativo in 5 date successive (21/09; 1/10; 11/10; 21/10; 31/10). La dosed'inoculo era costituita da 3•104 cellule di un mutante RifR virulento. Assicurato l'ancoramento del patogeno, i cinque gruppi di peri e i controlli sono stati conservati all'aperto per un anno e ispezionati settimanalmente per la presenza di sintomi di colpo di fuoco. Tutti i peri sintomatici (17 su 25) sono stati eliminati entro metà  aprile. Le frequenze dei per i sintomatici sono decresciute dalla prima all'ultima data di inoculazioni. Dopo un anno dalle inoculazioni i peri asintomatici sono stati monitorati per la presenza endofita del mutante. I reisolamenti su substrato selettivo hanno avuto successo in 13 piante su 41. La frequenza dei reisolamenti è decresciuta dalla prima all'ultima data di inoculazione.
Parole chiave: pero, colpo di fuoco, infezioni latenti, sopravvivenza, Erwinia amylovora.

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.