Giornate Fitopatologiche 2002

Baselga di Pinè (TN) 7-11 aprile 2002

Verifica dell'attività  erbicida e della selettività  di Clamzone su alcune colture orticole ed industriali.

Capitolo “Piante infestanti” - volume primo - pag. 265-272

Autori: C. Abbiati, A. Capella, P. Domenichini, G. Luccini

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Clomazone, nuovo principio attivo scoperto da FMC Corporation, è stato sviluppato inizialmente in Italia nella sua formulazione microincapsulata per il diserbo di pre-emergenza del riso coltivato secndo la tecnica della semina in asciutta, per quello di post-emergenza precoce del riso seminato in acqua, nonchà© per il diserbo di pre o di post-trapianto del tabacco per il controllo, oltre che di Echinochloa spp. anche di alcune infestanti a foglia larga. Il Servizio Sperimentale Sipcam ha condotto in Italia negli anni 1999, 2000 e 2001 un certo numero di prove su alcune colture orticole ed industriali (peperone, patata, zucchino, carota, fagiolo e soia) per individuarne il corretto posizionamento tecnico. Nel testo vengono riportati i risultati di impieghi in pre-emergenza per le colture seminate, in pre-trapianto e post-trapianto per quelle trapiantate.
Parole chiave: colture orticole/industriali, clomazone, diserbo.

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.