Giornate Fitopatologiche 2006

Riccione (RN) - 27-29 marzo 2006

Lotta all'oidio della vite con formulati derivati da alghe

Capitolo “Funghi, batteri, fitoplasmi, virus.” - volume secondo - pag. 257-262

Autori: A. Morando, F. Sozzani

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Nel 2005, in vigneti favorevoli allo sviluppo dell'oidio, sono stati confrontati formulati a base di estratti di alghe, arricchiti con elementi diversi quali zinco, manganese e ossido di potassio (sglati 5-1372, 5-1203 e 5-1207), con antioidici tradizionali (quinoxyfen, tetraconazole e tryfloxystrobin). In entrambe le prove, con la quasi totalità  dei grappoli dei testimoni danneggiati, i prodotti di riferimento hanno assicurato una protezione totale; i siglati hanno ridotto il danno in modo significativo con un'efficacia variabile attorno al 70%. La notevole sensibilità  della cv Moscato oggetto della prova, ha consentito di evidenziare, esclusivamente per i siglati, evidenti sintomi di fitotossicità  a carico dell'acino, ma non tali da compromettere le caratteristiche merceologiche di un'uva da vino. Parole chiave: vite, oidio, Uncinula necator, estratti di alghe, antioidici

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.