Giornate Fitopatologiche 2008

Cervia (RA) - 12-14 marzo 2008

Attività  antiperonosporica di dosi ridotte di rame e di sostanze alternative in vigneti dell'Italia meridionale

Capitolo “Funghi, batteri, fitoplasmi, virus” - volume secondo - pag. 315-320

Autori: M. Di Carolo, C. Dongiovanni, F. Faretra, A. Gasparre, C. Giampaolo, N. Masiello, A. Santomauro

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Nel 2006 e 2007, sono state condotte due prove su vite ad uva da vino per valutare l'efficacia antiperonosporica di dosi ridotte di rame e di altre sostanze alternative al rame, quali fosfito di potasio, sali di potassio di acidi grassi e fertilizzanti fogliari. L'impiego di alcuni formulati a dosi ridotte di rame ha permesso il conseguimento di livelli di protezione analoghi a quelli ottenuti a seguito di applicazioni con le dosi normali. Fra i prodotti alternativi saggiati, buoni risultati, in particolare sulle foglie, sono stati ottenuti impiegando fosfito di potassio. Al riguardo vi è, tuttavia, da evidenziare che il prodotto non è registrato come prodotto fitosanitario e che, pertanto, non può essere utilizzato in pratica. Analoga considerazione va fatta anche per i fertilizzanti fogliari che, comunque, hanno dato luogo a livelli di protezione pi๠modesti.
Parole chiave: peronospora, vite, rame

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.