Giornate Fitopatologiche 2012

Milano Marittima (RA) - 13-16 marzo 2012

APPLICAZIONI DI CAMPO DEL MODELLO PREVISIONALE PERPERONOSPORA DELLA VITE (PLASMOPARA VITICOLA)

Capitolo “Difesa da funghi, batteri, fitoplasmi, virus” - volume secondo - pag. 401-404

Autori: P.P. Bortolotti, R. Bugiani, M. Nannini

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Dal 2006 al 2011 sono state effettuate prove di campo per la valutazione pratica di uno specifico modello previsionale della peronospora della vite (modello UCSC). L’applicazione si basa sulla simulazione delle possibili condizioni che possono determinare l’avvio delle infezioni primarie della malattia. Da qui derivano le segnalazioni di allerta per l’esecuzione dei trattamenti preventivi e solo in pochi casi curativi. I risultati ottenuti sono stati positivi, tanto per l’individuazione delle piogge infettanti che per il posizionamento ottimale degli interventi di difesa. E’ stato, pertanto, possibile ridurre sensibilmente il numero dei trattamenti ed avere al contempo risultati più performanti nel controllo della malattia rispetto ad una strategia ordinaria. Parole chiave: modello previsionale, Plasmopara viticola, vite

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.