Giornate Fitopatologiche 2014

Chianciano Terme (SI) - 18-21 marzo 2014

NUOVE STRATEGIE DI DIFESA NEI CONFRONTI DELL’ESCORIOSI DELLA VITE

Capitolo “Difesa da funghi, batteri, fitoplasmi, virus” - volume secondo - pag. 347-352

Autori: L. Crivelli, D. D'Ascenzo, A. Sitti, G. Vandini

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Si riferiscono i risultati relativi ad uno studio svolto in Abruzzo nel triennio 2011-2013 allo scopo di valutare l’efficacia di Polithiol®, suspoemulsione insetticida-acaricida a base di olio minerale paraffinico attivato con zolfo ed altri coformulanti, nei confronti dell’escoriosi della vite, malattia emergente in alcuni areali italiani. Il prodotto, alla dose di 5 litri ogni 100 litri d’acqua, ha ottenuto risultati di rilievo nel contenimento di Phomopsis viticola, con un grado d’azione compreso tra il 23 ed il 27,8% e tra il 44,9 ed il 50,2% rispettivamente in termini di diffusione ed intensità della malattia. Polithiol, quando impiegato all’interno di strategie di difesa con mancozeb e Thiopron® (sospensione concentrata di zolfo con adesivanti specifici) ha incrementato il grado d’azione dell’8,8 - 20,8% (diffusione) e dell’8,3 - 24,7% (intensità). Parole chiave: olio minerale, zolfo, Phomopsis viticola

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.