Giornate Fitopatologiche 2016

Chianciano Terme (SI) - 8-11 marzo 2016

EFFICACIA DI ALCUNI FORMULATI NEI CONFRONTI DI PSEUDOMONAS SYRINGAE PV ACTINIDIAE IN EMILIA-ROMAGNA

Capitolo “Difesa dalle malattie” - volume secondo - pag. 323-328

Autori: L. Antoniacci, F. Cavazza, F. Franceschelli, M. Preti, M. Scannavini

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Il cancro batterico dell’actinidia, provocato da Pseudomonas syringae pv actinidiae (PSA), è causa negli ultimi anni di ingenti danni economici in tutte le principali zone di coltivazione di actinidia. Le prove condotte in pieno campo in Emilia-Romagna nel biennio 2014-2015 hanno confermato la validità dei prodotti rameici (Bordoflow Sector, IRF 262-1 e Kodens Cu) e dell’acibenzolar-S-methyl (Bion) nel contenere la diffusione di questa batteriosi. In particolare la strategia di difesa più efficace è stata quella che ha previsto l’impiego del rame a dosaggio elevato nel periodo di riposo vegetativo e a dosaggio più basso dopo il germogliamento in via preventiva. L’attività del rame è stata ulteriormente rafforzata dall’applicazione ogni tre settimane di acibenzolar-S-methyl. Risultati più altalenanti sono stati ottenuti con LMA, mentre scarsa è risultata l’efficacia di Hendophyt. Parole chiave: actinidia, rame, acibenzolar-S-methyl, LMA, difesa

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.