Giornate Fitopatologiche 2018

Chianciano Terme (SI) - 6-9 marzo 2018

ATTIVITÀ ESTINTIVA NEI CONFRONTI DEI CLEISTOTECI DI ERYSIFHE NECATOR CON TRATTAMENTI AUTUNNALI A BASE DI OLIO ESSENZIALE E DI ARANCIO DOLCE

Capitolo “Difesa dalle malattie” - volume secondo - pag. 389-394

Autori: N. Antonino, O. Grande, A. Guario, C. Lasorella

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

L'oidio causato da Erysiphe necator è una delle malattie più diffuse e pericolose per la viticoltura. Il patogeno può conservarsi da un anno all'altro, sia come micelio, sia attraverso organi sessuati (cleistoteci). Per il suo controllo è stata impostata una sperimentazione biennale su vite da vino in ambiente pugliese con interventi estintivi effettuati in autunno con diversi antioidici. La formazione dei cleistoteci è stata valutata mediante intercettazioni degli stessi su carta bibula inserita in imbuti installati sui ceppi, o mediante rilievo diretto su foglie prossime alla caduta. Dai rilievi effettuati è emersa una consistente riduzione dei cleistoteci nelle tesi trattate con olio essenziale di arancio dolce (Prev-Am Plus) rispetto alle tesi trattate con altri prodotti. La minore formazione dei cleistoteci ha influito anche sulle infezioni nella fase primaverile determinando un ritardo della fase iniziale delle stesse infezioni.

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.