Giornate Fitopatologiche 2018

Chianciano Terme (SI) - 6-9 marzo 2018

CONTENIMENTO DI BOTRYTIS CINEREA SU VITE CON L'IMPIEGO DI SOSTANZE A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

Capitolo “Difesa dalle malattie” - volume secondo - pag. 575-580

Autori: P.P. Bortolotti, R. Nannini

Accedi o registrati per scaricare la relazione in PDF

Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi con Google


Sei un nuovo visitatore?

Registrati gratis

Botrytis cinerea, soprattutto in annate sfavorevoli dal punto di vista climatico o su varietà particolarmente sensibili, può determinare sulla vite importanti perdite di produzione. Nel corso della presente sperimentazione si è inteso saggiare l'attività contro la malattia di molecole di derivazione naturale e/o con favorevole profilo eco-tossicologico. Nelle due annate di prova i prodotti saggiati hanno mostrato sostanzialmente lo stesso andamento. Soddisfacente l'attività di Pythium oligandrum e quella delle due zeoliti (naturale o sintetica) impiegate quattro volte dalla prechiusura dei grappoli alla preraccolta. Nel contesto di una strategia integrata, basata sull'applicazione in""prechiusura"" di ciprodinil+fludioxonil, un positivo riscontro è stato fornito dalla miscela eugenolo + geraniolo + timolo impiegata una o due volte fra l'invaiatura e la preraccolta. In entrambe le annate è stata inoltre osservata una riduzione del grado di diffusione del marciume acido.

In questa relazione

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.