Alternaria Alternaria alternata

Classificazione: Funghi > Alternariosi

Fungo parassita che attacca i frutti già lesionati o debilitati per altre cause (colpi di sole, danni da freddo, ecc.). Può colpire anche i frutti verdi, risultando però più pericoloso per le bacche mature.

I danni maggiori si hanno a fine stagione, a seguito dell'insorgere di eccessi di turgore, con conseguenti lesioni dell'epicarpo, causati da livelli elevati di umidità.

I conidi di A. alternata sono di forma fusoidale, settati sia trasversalmente che longitudinalmente, con dimensioni nell'ordine di 40 x 13 micron, portati in catene di più elementi sul conidioforo.

 

Biologia

La perpetuazione del patogeno avviene, tramite miceli e conidi a lunga vitalità, nei residui della vegetazione rimasti in campo e sui semi.

La germinazione degli organi riproduttivi (conidi) avviene in presenza di acqua, sia essa derivata da pioggia o rugiada. Il processo germinativo è inoltre favorita dalla presenza di zuccheri sull'epidermide del frutto bagnato.

 

Danni causati

L'infezione si manifesta attraverso lesioni che vanno da piccole macchie di 2-3 mm di diametro fino ad alterazioni estese a gran parte del frutto. le macchie si ricoprono di ammassi di muffa nera, di aspetto vellutato, formata dagli organi vegetativi e di riproduzione di A. alternata.

La polpa, se infettata, diviene di colore nero assumendo una consistenza cuoiosa. Se la penetrazione del fungo avviene attraverso la zona di distacco del peduncolo, a seguito della raccolta, l'alterazione può essere quasi esclusivamente sottoepidermica, palesandosi all'esterno solo con piccole macchie.

 

Interventi agronomici

Impiegare seme sano; effettuare ampie rotazioni colturali; evitare ristagni idrici e limitare le irrigazioni, specialmente se sopra chioma.

 

Cerca una soluzione per Alternaria


Ultimi prodotti utilizzabili per Alternaria

indipendentemente dalla coltura

Agrofarmaci

Cerca altri agrofarmaci

Relazioni delle Giornate Fitopatologiche su Alternaria

FLUXAPYROXAD (XEMIUM®), NUOVO FUNGICIDA SDHI AD AMPIO SPETTRO

2014 - Difesa da funghi, batteri, fitoplasmi, virus - volume secondo

Fluxapyroxad (Xemium®) è un nuovo fungicida della famiglia delle carbossammidi, scoperto e sviluppato dalla ricerca di Basf. Il suo meccanismo d’azione, analogamente al capostipite della famiglia (boscalid scoperto da Basf gli ...

NUOVI APPROCCI DI CONTENIMENTO DELLA MACULATURA BRUNADEGLI AGRUMI

2012 - Difesa da funghi, batteri, fitoplasmi, virus - volume secondo

Alternaria alternata, “patotipo tangerino”, causa gravi danni su frutti di tangerino Dancy e i suoi ibridi, molto apprezzati dal mercato, in quanto l’uso di fungicidi non assicura una copertura adeguata (anche se ripetuti). Per ...

STREPTOMICETI QUALI POSSIBILI AGENTI DI BIOCONTROLLO NEICONFRONTI DI PATOGENI RADICALI

2012 - Difesa da funghi, batteri, fitoplasmi, virus - volume secondo

Gli attinomiceti, componenti fondamentali delle comunità microbiche del suolo e della rizosfera, possiedono grandi potenzialità quali agenti di biocontrollo delle malattie radicali. In questa ricerca, ceppi di streptomiceti, isolati ...

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fitogest nella settimana precedente

Fitogest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)

Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che compaiono nell'etichetta ministeriale.